QuickApp

vegaDroid, un nuovo shooter game spaziale da non perdere | QuickApp

ERRORE: 976930734 Articolo non trovato

Un fantastico sparatutto ispirato ai giochi spaziali stile anni ’80. Vivi una nuova avventura nello spazio profondo, testa le tue abilità di pilota ma attenzione le sue insidie.

PUBBLICITÀ

vegaDroid è un gioco gratuito per iOS (ne esiste anche una versione per Android). Un endless game del genere sparatutto in puro stile anni 80. Lo scopo del player, come la regola vuole, è guidare un’astronave attraverso uno sciame di meteoriti la cui velocità e numero aumentano con il punteggio del giocatore. Gli impatti delle meteore con la nave fanno decrementare l’energia della stessa in funzione della grandezza delle meteore. Queste possono essere disintegrate con un apposita arma laser attivabile con un tap sullo schermo. Il punteggio delle meteore colpite è inversamente proporzionale alla grandezza delle stesse. Il movimento dell’astronave nelle quattro direzioni è garantito attraverso l’accelerometro del dispositivo o attraverso un joystick virtuale che può essere selezionato nel menù opzioni di gioco.

Con l’avanzare dei livelli sono disponibili dei “powerup” costituiti da sfere colorate che agevolano il giocatore: uno scudo energetico della durata di 10 secondi che permette di proteggere l’astronave dagli impatti delle meteore frantumandole, un cannone con proiettili continui e veloci o addirittura una tempesta spaziale, della durata di 3 secondi, che distrugge tutte le meteore presenti sullo schermo comprese le comete. Il gioco, attraverso le classifiche Game Center, prevede anche una carriera in base ai risultati conferendo dei gradi da sottotenente a colonnello) assieme all’elenco dei punteggi migliori e alla possibilità di condividere i risultati su facebook e twitter.

Inoltre, il gioco è tradotto in diverse lingue: Italiano, Inglese, Tedesco, Spagnolo, Portoghese ed Albanese.

PUBBLICITÀ
Utilizziamo Link di Affiliazione Amazon che generano commissioni. Cosa significa?

Se hai trovato interessante questo articolo, condividilo e fallo leggere anche ai tuoi amici:

Back to top button