Notizie

Le SIM card sono destinate a morire: Apple e Samsung in trattative con GSMA per il nuovo standard e-SIM

Con l’evolversi della tecnologia degli smartphone hanno subito cambiamenti anche le SIM (micro, nano…), e le cose sembrano siano sul punto di cambiare, nuovamente. Apple e Samsung sono infatti in trattative con GSMA, l’associazione che riunisce i principali operatori, per la creazione di e-SIM, ovvero SIM integrate a livello hardware.

simcard

A breve sentiremo parlare dello standard e-SIM, che sarà integrata a livello hardware negli smartphone prodotti dopo l’approvazione di tale tipologia di SIM. Queste le parole della GSMA riportate dal Financial Times: “Lavoriamo continuamente con Apple per assicurare il suo supporto per questa iniziativa“.

Un’idea simile fu proposta in passato dalla stessa Apple, la bocciatura degli operatori però arrivò subito. Adesso la situazione è certamente diversa e gli stessi operatori sembrano essere pronti ad adottare la nuova tipologia di SIM. A confermarlo è la stessa GSMA: “Con la maggioranza degli operatori a bordo, il piano è quello di finalizzare l’architettura tecnica che sarà impiegata nello sviluppo di una soluzione SIM remota end-to-end per dispositivi consumer, con consegna prevista entro il 2016“. Non a caso alle trattative stanno prendendo parte, oltre ad Apple e Samsung, anche importanti operatori, come AT&T, Vodafone e Orange.

In che modo la e-SIM gioverà agli utenti? Questo nuovo standard permetterà di scegliere rapidamente, e senza la necessità di cambiare la carta SIM, operatore e piano telefonico, il tutto direttamente dal proprio smartphone.

Tag

Continua a leggere..

Continua a leggere con l'Infinite Scrolling


Queste linee blu separano gli articoli. Continua a scorrere la pagina per visualizzare l'articolo precedente.

Back to top button
Close
Close

Stai utilizzando un AdBlocker


iSpazio è un portale gratuito, supportato da Pubblicità. Non faremo mai pagare i nostri utenti per leggere le Notizie.

Le pubblicità su questo Blog non sono mai state di tipo invasivo e sono davvero poche, posizionate in maniera tale da non arrecare disturbo.

Per tutti questi motivi, ti invitiamo a disattivare il tuo AdBlocker soltanto su questo sito per continuare la navigazione. Grazie di cuore!