ConcorrenzaNotizie

Attacco velato di Erich Schmidt di Google ad Apple Music

Apple Music è diventato un prodotto polarizzante nel momento stesso in cui è stato presentato. Apple si è inserita tardi in questo settore, ormai già da anni gli utenti preferiscono ascoltare musica utilizzando piattaforme come Spotify o Deezer, a discapito del download di musica in digitale (iTunes). Il servizio ha ricevuto diverse critiche, ultime quelle di Eric Schmidt di Google.

eric-schmidt

Eric Schmidt ha scritto un editoriale per BBC News intitolato “Intelligent machines: Making AI work in the real world” in cui, oltre a parlare ovviamente di intelligenze artificiali, ha velatamente criticato Apple Music:

Per far un esempio: una decina di anni fa, lanciando un servizio musicale in digitale, probabilmente avresti arruolato diversi importanti testmaker per scegliere la migliore nuova musica.

Oggi, è più opportuno sviluppare un sistema intelligente in grado di apprendere informazioni dal mondo reale, che vi aiuta a trovare la nuova Adele.

Si tratta di un processo meno elitario – molto più democratico – che permette a chiunque di scoprire la prossima grande stella della musica attraverso i gusti dei consumatori e non secondo l’opinione di pochi eletti.

Il pensiero di Schmidt è ‘solo’ parzialmente condivisibile, perché gli esperti assunti da Apple per il suo servizio, Zane Lowe in primis, richiamano l’attenzione anche e soprattutto su artisti indipendenti, cosa che non accade su altre piattaforme dello stesso settore.

Via | BGR

Tag

Continua a leggere..

Continua a leggere con l'Infinite Scrolling


Queste linee blu separano gli articoli. Continua a scorrere la pagina per visualizzare l'articolo precedente.

Back to top button
Close
Close

Stai utilizzando un AdBlocker


iSpazio è un portale gratuito, supportato da Pubblicità. Non faremo mai pagare i nostri utenti per leggere le Notizie.

Le pubblicità su questo Blog non sono mai state di tipo invasivo e sono davvero poche, posizionate in maniera tale da non arrecare disturbo.

Per tutti questi motivi, ti invitiamo a disattivare il tuo AdBlocker soltanto su questo sito per continuare la navigazione. Grazie di cuore!