Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

Notizie

Il CEO di Telegram si esprime sugli attentati di Parigi: “la colpa è anche della Francia”

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

Forse non tutti lo sanno ma Telegram è stato incolpato di essere stato il mezzo organizzativo tramite il quale ISIS avrebbe organizzato l’attentato oggetto della cronaca contemporanea. Il sistema di messaggistica viene accusato di una crittografia eccessiva che al fine di tutelare la privacy degli utenti mette in pericolo la sicurezza nazionale e non. Il CEO Pavel Durov difende la sua piattaforma.

telegram isis parigi

Il CEO accusa la Francia di combattere guerre inutili in Medio Oriente al fine di creare un utopico paradiso sociale, guerre alimentate da tassazioni scandalosamente alte.

I join all those who mourn deaths in the most beautiful city of the world. I think the French government is as…

Posted by Pavel Durov on Tuesday, November 17, 2015

Telegram, inoltre, ha già provveduto a chiudere molti canali pubblici (circa 78), ma pare che ISIS abbia già provveduto a crearne di nuovi. Il dilemma ora, da parte dell’azienda, è infrangere o meno i principi che l’hanno sempre aperta sin dal suo primo avvio di sicurezza, privacy ma soprattutto di libertà di opinione.

Via | BuzzFeed

Continua a leggere..

Back to top button
Close

Stai utilizzando un AdBlocker


iSpazio è un portale gratuito, supportato da Pubblicità. Non faremo mai pagare i nostri utenti per leggere le Notizie.

Le pubblicità su questo Blog non sono mai state di tipo invasivo e sono davvero poche, posizionate in maniera tale da non arrecare disturbo. Qui NON TROVERAI MAI Pubblicità Video, Pubblicità con riproduzione automatica oppure Pubblicità che si sovrappongono allo schermo!

Per tutti questi motivi, ti invitiamo a disattivare il tuo AdBlocker soltanto su questo sito per continuare la navigazione. Grazie di cuore!

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.