Apple MusicConcorrenzaNotizie

Spotify punisce gli artisti che siglano accordi di esclusive con Apple Music [AGGIORNATO]

Spotify ed Apple Music sono ormai grandi rivali, e secondo nuovi rapporto del The New York Times e Bloomberg, questa rivalità starebbe coinvolgendo anche gli artisti. Spotify, infatti, starebbe “punendo” gli artisti che accettano di stipulare accordi di esclusive con Apple Music, promuovendo di meno i loro brani.

iSpazioSpotifyParty

Spotify ha esplicitamente comunicato agli artisti che siglano accordi d’esclusive con Apple Music che i loro brani non saranno inclusi nelle sue playlist, diminuendone anche la promozione. Stando a quanto riportato, la società starebbe utilizzando questo metodo da circa un anno.

Da quando la piattaforma Apple Music è stata lanciata lo scorso anno, Apple ha utilizzato le esclusive per convincere sempre più utenti ad abbonarsi al suo servizio. Artisti come Drake, Frank Ocean, Dreezy, Taylor Swift e Katy Perry hanno lanciato in esclusiva nuovi brani su Apple Music, cosa che Spotify e diverse etichette discografiche non stanno apprezzando.

Ad inizio settimana, infatti, il CEO della Universal Music Gruop ha dichiarato ai suoi dipendenti che gli artisti sotto contratto con la UMG non possono più concedere esclusive ad alcuna piattaforma, e parliamo di grandi nomi come Taylor Swift, The Weeknd e Kendrick Lamar.

A Giugno, Apple Music ha raggiunto i 15 milioni di abbonati, numero destinato a crescere nei prossimi mesi. Spotify continua a dominare il settore, ma le rivali si avvicinano.

AGGIORNAMENTO: Secondo un portavoce di Spotify che ha parlato con MacRumors, la notizia lanciata da Bloomberg è “inequivocabilmente falsa”.

Via | MacRumors

Tag

Continua a leggere..

Continua a leggere con l'Infinite Scrolling


Queste linee blu separano gli articoli. Continua a scorrere la pagina per visualizzare l'articolo precedente.

Back to top button
Close
Close

Stai utilizzando un AdBlocker


iSpazio è un portale gratuito, supportato da Pubblicità. Non faremo mai pagare i nostri utenti per leggere le Notizie.

Le pubblicità su questo Blog non sono mai state di tipo invasivo e sono davvero poche, posizionate in maniera tale da non arrecare disturbo.

Per tutti questi motivi, ti invitiamo a disattivare il tuo AdBlocker soltanto su questo sito per continuare la navigazione. Grazie di cuore!