App Store

MangiaMangia: aiuta Gaetano a gestire un ristorante italiano | AppStore

Produttore: LittleGame | Download Via: AppStore | Prezzo: 1,59€

PUBBLICITÀ

mangiamangiaMangiaMangia è un nuovo titolo per iPhone ed iPod Touch disponibile in AppStore. Si tratta di un gioco nel quale sarete chiamati ad aiutare Gaetano nella gestione di un ristorante italiano. Dovrete, quindi, creare piatti, cuocerli e servirli ai clienti per poi pulire i tavoli.

mangia1

Ovviamente, la gestione del locale si rivelerà tutt’altro che semplice. I ritmi diventeranno sempre più frenetici poiché i clienti, impazienti ed esigenti, aumenteranno di livello in livello. Alcuni di loro, soddisfatti del servizio, potrebbero addirittura lasciarvi più soldi che potrete usare per passare al quadro successivo. Se, per qualsiasi motivo, non riuscirete a superare un livello, avrete la possibilità di ripeterlo.

Come giocare.

  • i clienti arrivano e ordinano nelle nuvolette, poi Tap sugli ingredienti per comporre un piatto e Tap sul tagliere per crearlo;
  • trascina il piatto nel forno per cuocerlo ma ricorda: non tutti i piatti devono esser cotti, e non dimenticarli nel forno o si bruceranno;
  • trascina il piatto protto al cliente e ricorda: più veloce sei più soldi farai! Trascina i piatti bruciati e quelli inesistenti nel cestino ma ricorda che questi errori potrebbero costarti dei soldi;

mangia2

  • i drink sono offerti dal ristorante per la felicità dei clienti! Trascina la bottiglia sul bicchiere e trascina il bicchiere sul cliente ma ricorda: un cliente può avere un bicchiere o un piatto contemporaneamente, non entrambi;
  • tap sui piatti sporchi o bicchieri vuoti in modo tale che i clienti possano essere serviti ancora;
  • pianifica la tua strategia migliore per poter vincere.

MangiaMangia è compatibile con iPhone ed iPod Touch, richiede il firmware 2.2 o successivi ed è localizzato in Italiano e in Inglese.

PUBBLICITÀ
Utilizziamo Link di Affiliazione Amazon che generano commissioni. Cosa significa?

Se hai trovato interessante questo articolo, condividilo e fallo leggere anche ai tuoi amici:

Lascia un commento

Back to top button