Multitouch Data Fusion: il nuovo brevetto Apple con riconoscimento visivo, vocale e tattile

Apple ha depositato un nuovo brevetto chiamato Mutitouch Data Fusion che offrirà un’esperienza innovativa nel campo delle comunicazioni, che si abbinerà sopratutto ai Notebook. E’ ideato da Wayne Westerman e John Elias di Fingerworks e di seguito analizziamo alcune caratteristiche:

  • Riconoscimento Vocale
  • Riconoscimento delle dita
  • Riconoscimento dello sguardo
  • Riconoscimento delle espressioni facciali e del movimento del dispositivo
  • Riconoscimento Biometrico (basato sulla temperatura corporea, del battito cardiaco, del colore della pelle, della grandezza della pupilla etc)

Il riconoscimento Vocale:

Supporterà direttamente il multitouch che di default ci consentirà di ingrandire o ruotare le immagini, ma che tramite un comando vocale potrebbe farci inserire del testo o cambiare colore, migliorando sensibilmente il risultato finale e riducendo i tempi di lavoro.

Il riconoscimento delle dita:

Usando la WebCam integrata (iSight) è possibile migliorare l’esperienza tattile analizzando il movimento delle dita e quindi fornendo risultati più accurati per quanto riguarda i “tasti virtuali” che andremo a premere.

Lo Sguardo:

Con il riconoscimento dello sguardo, il sistema sarà in grado di percepire comandi ed eseguire azioni a seconda della direzione in cui guardiamo!

Riconoscimento delle espressioni facciali:

Considerando le espressioni presenti sul vostro viso, il sistema sarà in grado di percepire la frustazione ed in tal caso accetterà piccoli errori, correggendoli automaticamente. Ad esempio se userete 3 dita per lo scroll anzicchè due, il computer accetterà ugualmente il comando.

Ovviamente questo è un documento ufficiale ma c’è da dire che i brevetti vengono depositati diversi anni prima di essere realizzati, e decisametne per vedere tutto questo bisognerà attendere.. parecchio!

[Fonte]

Apple ha depositato un nuovo brevetto chiamato Mutitouch Data Fusion che offrirà un’esperienza innovativa nel campo delle comunicazioni, che si…

Se questo articolo ti è piaciuto, seguici su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter e su Instagram, pronti a sorprenderti con belle foto. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in:
Prima di commentare, leggi il Regolamento. Se commenti, dichiari di aver letto ed accettato tutte le nostre regole sulle discussioni nel nostro Blog.