Microsoft accusata di brogli nella campagna pubblicitaria “Smoked by Windows Phone”

Alcuni utenti hanno accusato il colosso dell’elettronica di Redmond Microsoft di brogli nella campagna marketing denominata “Smoked by Windows Phone” nella quale viene mostrata la rapidità del proprio sistema operativo.

Per chi non lo sapesse, “Smoked by Windows Phone” è una sfida nella quale gli utenti sono invitati a confrontare il proprio sistema operativo mobile con quello di Microsoft. La sfida consiste nell’effettuare alcune operazioni (cinque in tutto) e il terminale che ha la meglio nel maggior numero di sfide, risulta il vincitore. Se a spuntarla sono gli utenti con il loro smartphone non Windows potranno vincere alcuni premi dal valore di migliaia di dollari mentre in caso di perdita, Microsoft offre la possibilità di sostituire il proprio dispositivo con un Windows Phone.

Tuttavia sembrerebbe che nei test effettuati i dispositivi Microsoft siano “truccati”. Nelle prove condotte, i dispositivi Microsoft potrebbero essere stati modificati per vincere. In particolare sono sotto accusa alcune sfide inerenti al meteo. Inoltre l’azienda è accusata di aver introdotto una limitazione alla velocità di navigazione Wi-Fi sui terminali non Windows Phone, collegati alla rete dei propri negozi. Anche se questa potrebbe essere una ragione di sicurezza, il test risulterebbe comunque non equo.

Microsoft non ha ancora risposto alla rivendicazioni e il concorso negli Stati Uniti è ancora attivo. Il caso è molto curioso visto che la stessa Microsoft nel regolamento prevede la squalifica dell’utente nel caso utilizzi un dispositivo truccato. Staremo a vedere se il caso si trasformerà in una causa legale, magari intrapresa proprio dalle aziende concorrenti.

Via | Electronista

Alcuni utenti hanno accusato il colosso dell’elettronica di Redmond Microsoft di brogli nella campagna marketing denominata “Smoked by Windows Phone” nella quale…

Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: