Risultati Apple Q1 2014: 57,6 miliardi di ricavi, 51 milioni di iPhone venduti, 26 milioni di iPad, 4.8 milioni di Mac. [AGGIORNATO]

Primi dati sulle vendite relative al primo trimestre 2014 che comprende anche il periodo delle festività e i primi giorni del nuovo anno! Apple come di consueto ha appena rilasciato tramite un comunicato stampa i risultati del primo trimestre del 2014. Si parte con un ricavo di 57,6 miliardi di dollari, un totale di 51 milioni di iPhone venduti, 26 di iPad venduti e 4.8 milioni di Mac venduti. Q12014 Apple ha appena diramato i risultati del primo trimestre finanziario, o Q1, del 2014. L’azienda ha annunciato un fatturato trimestrale di 57,6 miliardi di dollari con un utile di 13,2 miliardi di dollari e un margine del 37,9%.

Apple ha venduto 51 milioni di iPhone durante il trimestre, dato da comparare rispetto ai 47,8 milioni di iPhone venduti nello stesso periodo fiscale dello scorso anno. Apple ha venduto anche 26 milioni di iPad dato record  da comparare rispetto ai 22,9 milioni di iPad venduti nello stesso periodo fiscale dello scorso anno. Venduti 4,8 milioni di Mac nel trimestre dato da comparare rispetto ai 4,1 milioni di Mac venduti nello stesso periodo fiscale dello scorso anno. Drastico crollo della linea iPod che scende rispetto allo scorso anno del 52% con 6 milioni di pezzi venduti.

Il Consiglio di Amministrazione Apple ha dichiarato un dividendo cash di 3,05 dollari per azione delle azioni ordinarie dell’azienda. Il dividendo è pagabile il 13 Febbraio 2014 agli azionisti che risultano alla chiusura delle attività il 10 Febbraio 2014.

“Siamo molto soddisfatti delle nostre vendite record iPhone e iPad, delle ottime performance dei nostri prodotti Mac e della crescita continua di iTunes, Software e Servizi” ha affermato Tim Cook, CEO di Apple. “Amiamo il fatto di avere i clienti più soddisfatti, fedeli e impegnati, e continuiamo ad investire pesantemente sul nostro futuro per rendere la loro esperienza con i nostri prodotti e servizi ancora migliore.”

“Abbiamo generato 22,7 miliardi in cash flow dalle operation e abbiamo restituito altri 7,7 miliardi di dollari in cash agli azionisti attraverso i dividendi e riacquisti azionari nel corso del trimestre di Dicembre, portando i pagamenti totali effettuati nell’ambito del nostro programma di ritorno del capitale ad oltre 43 miliardi di dollari,” ha affermato Peter Oppenheimer, CFO di Apple.

Note della chiamata

Il primo a parlare è il CFO Peter Oppenheimer che si congratula per i risultati raggiunti riguardo le vendite di iPad e iPhone ed ovviamente non manca nel ricordare che nessuna compagnia nel settore tecnologico ha raggiunto ricavi così alti. L’unico dato negativo riguarda il numero delle vendite degli iPod che scende del 52% rispetto allo scorso anno.
Il mercato Educational utilizza 7 milioni di iPad e sono stati pubblicati circa 25000 libri realizzati con iBooks Author.
L’80% dei dispositivi iOS monta l’ultima versione del sistema operativo, secondo il CFO, il sistema più popolare al mondo.
Le vendite dei Mac nel Q1 sono tra le migliori dello stesso trimestre degli anni passati, contando anche un calo nel mercato mondiale dei pc del 6%.
AppStore incassa 37% in più di Google Play. iTunes fattura 4,4 miliardi relativo a tutti gli store.
Gli Apple Store Retail hanno incassato nel Q1, 7 miliardi di dollari con una crescita del 9% sul Q1 2013, hanno totalizzato 144 milioni di visitatori, circa 21000/settimana per ogni negozio. Aperti 4 nuovi negozi durante il trimestre, per un totale di 420 store, inclusi i 166 fuori dagli US.
Tim Cook conferma l’interesse riguardo le modalità di pagamento tramite iPhone ma per il momento non hanno nulla da aggiungere a riguardo.
Grandi soddisfazioni dalle vendite di iPhone 5S e molti nuovi utenti Apple presi grazie ad iPhone 5C, le vendite di quest’ultimo sono probabilmente sotto le aspettative di Apple.

Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: