La FIFA tutela i suoi sponsor, vietate le cuffie Beats ai giocatori durante il Mondiale

Il mondiale, oltre ad essere un importantissimo evento sportivo, è una vetrina importante per molti marchi. A pochi giorni dall’inizio del mondiale, la Beats ha pubblicato uno spot che vede protagonisti grandi nomi del calcio internazionale, Neymar in primis. Proprio la società di Dr Dre e Jimmy Iovine, che ricordiamo è stata acquistata da Apple per la cifra record di 3 miliardi e 200 milioni di dollari, ha ricevuto un duro colpo dalla FIFA.

beatsneymar

L’effetto pubblicitario che si ottiene quando un personaggio dello sport si mostra con un determinato prodotto è notevole, soprattutto se l’atleta gode di una certa fama e soprattutto durante una competizione internazionale. Questo vale per le scarpette, gli indumenti, le bibite, ma probabilmente ha un maggior effetto se si tratta di un prodotto utilizzato spontaneamente e non perché sponsorizzato.

La FIFA, il massimo organo del calcio mondiale, ha vietato l’utilizzo delle cuffie Beats in occasione di pre-partita, incontri con la stampa e altre occasioni ufficiali che coinvolgano la federazione. Il motivo di tale provvedimento è un accordo preso prima dell’inizio del mondiale con uno degli sponsor del torneo, la Sony, e che, in quanto tale, va tutelato.

Questa situazione ha un precedente, proprio in occasione delle ultime Olimpiadi invernali di Sochi 2014, Samsung, sponsor ufficiale, chiese ai partecipanti di coprire eventuali loghi Apple presenti sui dispositivi utilizzati. Con il medesimo scopo di tutelare il proprio brand, la società sud-coreana regalò ad alcuni atleti il Galaxy Note 3, a condizioni di non utilizzare dispositivi di altri brand.

Voi cosa pensante di questa tendenza?

Via | tmnews

Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: