Apple vs FBI: ecco la risposta ufficiale del colosso di Cupertino all’ordine della corte

Apple ha ufficialmente presentato la sua risposta alla corte dopo aver ricevuto l’ordine di collaborare con l’FBI per sbloccare l’iPhone 5c usato da Farook, terrorista autore della strage di San Bernardino. Senza alcuna sorpresa, il colosso di Cupertino ha presentato una mozione per far revocare l’ordine, comunicando alla corte che la società non dovrebbe sbloccare il dispositivo utilizzando una modificata e non sicura versione di iOS.

applefbi

Nella risposta, Apple, riferendosi alla particolare versione di iOS richiesta dall’FBI, parla di GovtOS (Government Operating System). Nel documento, la società difende la sua posizione dichiarando che lo sblocco del dispositivo utilizzato dal terrorista creerebbe un precedente pericoloso, che potrebbe essere sfruttato in futuro dai governi di tutto il mondo.

Qui vi riportiamo l’intero documento (65 pagine) consegnato oggi da Apple (via @MatthewKeysLive):

Via | 9to5Mac

Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: