Riassunto schematico sulla situazione del Jailbreak dell’iPhone 3GS con il Firmware 3.1

Si è conclusa la Live-Chat di Saurik su TUAW nella quale ha ribadito in maniera chiara e semplice tutti i concetti legati al Jailbreak del 3.1, al downgrade e all’ECID. Riassiumiamo di seguito, ancora una volta, tutto quello che i possessori di un iPhone 3GS (e non EDGE o 3G) devono sapere:

In questi anni, sia Apple che l’iPhone si sono evoluti molto, sia per quanto riguarda le lacune a livello software che la protezione contro il Jailbreak. Proprio per questo motivo l’iPhone 3GS deve necessariamente comunicare con il server di Apple prima di permettere l’installazione di una qualsiasi versione del Firmware sia essa per un ripristino che per un aggiornamento.

Con il rilascio del Firmware 3.1, il server di Apple ha smesso di certificare tutti i firmware precedenti e questo rende impossibile il ripristino del proprio terminale alla versione 3.0 o 3.0.1. La certificazione avviene attraverso 3 file chiamati iBSS, iBEC ed ECID che, una volta firmati, rappresentano una sorta di “via libera” per l’installazione del Firmware attraverso iTunes.

I file iBSS e iBEC vengono generati da iTunes durante un ripristino e vengono posizionati all’interno di una cartella temporanea. Recuperare questi file è un’operazione molto semplice ma il tassello mancante è il certificato basato sul proprio ECID, che purtroppo Apple non permette più di ottenere (per il Firmware 3.0)

Nei giorni scorsi però, Saurik ha messo a disposizione un Tool, attraverso l’Home Page di Cydia, che ha permesso ad oltre 50.000 utenti di salvare la chiave ECID necessaria per certificare il file iBSS del Firmware 3.0. Tale certificato risiede in un File disponibile sul server di Cydia e resterà li per sempre, garantendo a queste persone la possibilità di eseguire il Downgrade del proprio iPhone 3GS alla versione 3.0, in qualunque momento. Chi non ha salvato questo file invece non potrà mai più tornare indietro al Firmare 3.0.

Il Jailbreak del Firmware 3.1 per iPhone 3GS

Per quanto riguarda il Jailbreak del Firmware 3.1, la faccenda è più complicata del previsto perchè Apple ha fixato quel bug che permetteva l’esecuzione di purplera1n e di redsn0w. Tuttavia il Jailbreak arriverà perchè il Chronich Dev Team ha trovato un nuovo exploit che però richiederà ancora del tempo prima di essere completato e rilasciato sotto forma di programma semi-automatico.

Esaminiamo le varie situazioni in cui può trovarsi un utente:

  • Chi ha l’iPhone 3GS con il Firmware 3.0.1 ed ha salvato l’ECID, potrà sempre tornare indietro, ripristinare lo stesso firmware ed eseguire su questo il jailbreak
  • Chi ha l’iPhone 3GS con il Firmware 3.0.1 e non ha salvato l’ECID, deve rimanere con il 3.0.1 senza aggiornare fino a quando non verrà rilasciato il Jailbreak del 3.1
  • Chi ha l’iPhone 3GS con il Firmware 3.1 ma ha salvato l’ECID tramite Cydia, può tornare al 3.0 ed eseguire il Jailbreak in qualunque momento. Quindi se vi manca Cydia e tutto il resto, vi basta un ripristino.
  • Chi ha l’iPhone 3GS con il Firmware 3.1 senza aver salvato l’ECID, purtroppo non può fare nulla e deve restare bloccato senza Jailbreak fino al rilascio del nuovo tool con l’exploit del Chronic Dev Team

Chi, tempo fa, ha salvato l’ECID sul proprio computer tramite Purplesn0w, il sito di GeoHot:

Presto potrà ripristinareil suo 3GS al firware 3.0 ed eseguire il Jailbreak. Saurik infatti, dopo aver fornito la guida al downgrade per gli utenti con ECID salvato su Cydia,  sta attualmente preparando una nuova applicazione che permetterà di inserire il certificato dal proprio computer. Questo Tool verrà rilasciato a breve.

Gli utenti che non hanno mai salvato un ECID tramite Cydia, possono farlo già da qualche giorno salvando il certificato del Firmware 3.1 che gli permetterà il downgrade futuro dal 3.2 al 3.1. (prevenire è meglio che curare).

Grazie eema per l’aiuto

Si è conclusa la Live-Chat di Saurik su TUAW nella quale ha ribadito in maniera chiara e semplice tutti i…

Reaction
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: