GUIDA ISPAZIO: Jailbreak e sblocco della parte telefonica (baseband 05.11.07) di tutti gli iPhone 3G e 3GS stranieri con Blackra1n RC3 e Blacksn0w | Mac e Windows [AGGIORNATO]

Immagine 53GeoHot ha appena rilasciato BlackRa1n RC3 per Mac e Windows, il tool che permette di eseguire il Jailbreak di tutti i dispositivi. Il metodo di GeoHot riesce a sbloccare direttamente i Firmware installati sul dispositivo e quindi non comporta la creazione di un custom firmawre, diversamente da PwnageTool. Questa nuova versione permette di sbloccare la parte telefonica degli iPhone stranieri (baseband 05.11.07), se invece avete bisogno di una guida per sbloccare gli iPhone italiani cliccate qui: WindowsMac

Immagine 3

Compatibilità:

Blackra1n RC3, grazie al supporto di Blacksn0w, riesce ad eseguire il Jailbreak, lo sblocco e l’hacktivation di tutti gli iPhone Stranieri.

Requisiti:

  • Scaricate Blackra1n per Mac o per Windows direttamente dal sito ufficiale, cliccando qui e poi sul logo Apple/Microsoft.

Cosa riesce a sbloccare Blackra1n con Blacksn0w:

  • Gli iPhone 3G stranieri
  • Gli iPhone 3GS stranieri
  • Gli iPhone EDGE  (di cui stiamo per pubblicare una guida a parte!)

Guida Generale:

1. Cliccate sull’icona di Blackra1n per avviare l’applicazione. Apparirà una piccola finestra con un unico tasto “Make it ra1n”

2. Cliccate quel tasto, e noterete la scritta “Entering Recovery“. In questi secondi il programmino avvierà un processo del tutto automatico che metterà l’iPhone/iPod in recovery mode e successivamente eseguirà il Jailbreak ed installerà l’applicazione Blackra1n sul dispositivo.

Immagine 5

3. Sull’iPhone apparirà un’immagine di GeoHot a tutto schermo ed intanto sul Mac noterete questa scritta:

Immagine 57

4. Il Jailbreak è stato ultimato ed è avvenuto con successo. Attendete quei 20 secondi necessari a far riavviare il telefono e quando sarete sulla SpringBoard non dovrete fare altro che lanciare Blackra1n tramite l’apposita icona, e selezionare sia “Cydia” che “Snow” dall’elenco.

IMG_0386

Fine! Potete godervi il vostro dispositivo aggiornato, sbloccato e jailbroken, con l’ultima versione del firmware disponibile e Cydia. L’intero processo, contando anche il tempo utile per un riavvio del dispositivo, dura pochissimi secondi! Questa era la guida Generale, passiamo alle eccezioni:

Ho già un iPhone 3.1.2 straniero e Jailbroken grazie a Blackra1n. Come mi comporto?

Se avete già eseguito il Jailbreak con Blackra1n e quindi vi serve soltanto lo sblocco della parte telefonica, non dovete eseguire tutta la procedura della guida generale ma vi basta semplicemente aprire l’applicazione Blackra1n.app sulla SpringBoard, cliccare sull’icona “rain” per aggiornarla ed infine sulla nuova icona “sn0w” che apparirà e che provvederà a sbloccare la baseband.

40530329-f27d755171bd28f24d8897462115c4c7.4af04998-full IMG_0386

Ho già un iPhone 3.1.2 straniero e Jailbroken grazie a PwnageTool. Come mi comporto?

Anche in questo caso non dovete seguire l’intera guida generale. Vi basta aspettare qualche minuto (rispetto all’orario di pubblicazione di questa guida), aprire Cydia e cercare Blacksn0w. Una volta trovato, installate questo tweak e come per magia potrete utilizzare l’iPhone con qualsiasi SIM.

Ripristina backup o configura come nuovo iPhone?

Se dovete ripristinare il vostro iPhone mettendo di nuovo o aggiornando al Firmware 3.1.2, vi sconsigliamo di non ripristinare un Backup tramite iTunes ma di configurare il dispositivo come “un nuovo iPhone”

Nota: Gli screenshot della guida generale sono stati fatti da un Mac ma la procedura e le schermate sono perfettamente identiche anche su Windows.

Aggiornamento: GeoHot ha appena specificato che il suo Blackra1n riabilita il tethering ma è sempre necessario caricare i file ipcc con le varie configurazioni degli operatori. Quindi potete utilizzare quelli dell’hack del credito utilizzando il box di ricerca su iSpazio.

GeoHot ha appena rilasciato BlackRa1n RC3 per Mac e Windows, il tool che permette di eseguire il Jailbreak di tutti…

Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in:Senza categoria