Zuckerberg, il CEO di Facebook, ha provato per anni ad acquistare SnapChat senza mai riuscirci. Di conseguenza ha iniziato ad attuare un piano “diabolico” per distruggere e far fallire quest’applicazione e l’azienda che l’ha creata, aggiungendo le Storie praticamente ovunque, anche dove (probabilmente) non erano necessarie.

 

Le Storie, ovvero immagini e video che spariscono dopo 24 ore, sono sempre state una killer featured di SnapChat. Sono state inizialmente copiate ed introdotte su Instagram, poi su Facebook e da un giorno anche su Whatsapp.

C’è chi non ne può più, chi odia questa funzione o chi dice di odiarla ma poi la utilizza. I personaggi pubblici naturalmente amano le Storie e stanno traendo enormi benefici dalle stesse, così come i cosiddetti “influencer”.

Noi, a ridosso dell’introduzione delle Storie su Whatsapp, vogliamo chiedervi cosa ne pensate attraverso il nuovo sondaggio: