Notizie

WikiLeaks: “La CIA sviluppa e raccoglie malware per iOS ma adesso ne ha perso il controllo”

E’ ancora WikiLeaks a svelare quello che avviene sotto i nostri occhi e di cui non siamo a conoscenza. Questa volta sono stati pubblicati migliaia di file riservati dai quali emerge che la CIA ha a disposizione un team di hacker che sviluppano malware per iPhone, iPad, Android, Windows e Smart TV Samsung.

La CIA sta acquistando tutti gli hack e gli exploit zero days che vengono scoperti su iOS. In questo momento l’organizzazione ha oltre sette milioni di linee di codice ed opera su un raggio così ampio da poter essere considerata una seconda NSA (organismo governativo degli Stati Uniti che insieme all’FBI si occupa della sicurezza nazionale).

Che queste informazioni vengano raccolte per ragioni di sicurezza non dovrebbe spaventarci, ma la stessa CIA è stata vittima di un attacco, portandola a perdere il controllo della maggior parte dei malware sfruttati per attaccare iPhone ed iPad.

Adesso queste informazioni circolano liberamente e WikiLeaks, fin ora, ha pubblicato 8761 documenti che rappresentano soltanto una prima parte di una serie di leaks che verranno pubblicati nei prossimi giorni.

Sfruttando questi bug la CIA è in grado di attaccare un iPhone o un iPad e di salvare sui propri server i dati sensibili dell’utente. La stessa CIA mira a controllare i software della auto di ultima generazione.

Utilizziamo Link di Affiliazione Amazon che generano commissioni. Scopri cosa significa.

Se hai trovato interessante questo articolo, condividilo e fallo leggere anche ai tuoi amici:

Back to top button

Stai utilizzando un AdBlocker


iSpazio è un portale gratuito, supportato da Pubblicità. Non faremo mai pagare i nostri utenti per leggere le Notizie.

Le pubblicità su questo Blog non sono mai state di tipo invasivo e sono davvero poche, posizionate in maniera tale da non arrecare disturbo. Qui NON TROVERAI MAI Pubblicità Video, Pubblicità con riproduzione automatica oppure Pubblicità che si sovrappongono allo schermo!

Per tutti questi motivi, ti invitiamo a disattivare il tuo AdBlocker soltanto su questo sito per continuare la navigazione. Grazie di cuore!