iTunes

The Beatles: venduti 2 milioni di canzoni nella prima settimana su iTunes Store

La settimana scorsa Apple ha sorpreso tutti, introducendo finalmente, dopo tanti anni di contrasti, i Beatles all’interno dell”iTunes Store. Dopo soli 7 giorni, i Beatles hanno raggiunto una quota enorme di vendite: oltre 2 milioni di brani e 40mila album!

L’album più venduto negli Stati Uniti è Abbey Road, mentre Here Comes the Sun si classifica come la canzone più acquistata!

Sono numeri enormi, ma c’era da aspettarselo. Nel primo giorno di presenza su iTunes, 11 degli album dei Beatles sono apparsi nella Top 25 dello Store americano.

Ma quali sono i motivi per i quali i Beatles sono stati introdotti solo la settimana scorsa in iTunes Store?

Nel 1978 la casa discografica dei Beatles, Apple Corps, fece causa alla Apple Computers per aver violato il marchio registrato del loro nome, Apple. La causa si risolse nel 1981, ma si trascinò ancora per decenni fino al 2003, con il lancio di iTunes. La Apple Corps fece nuovamente causa alla Apple Computers per aver violato i diritti musicali, inserendo senza autorizzazione gli album dei Beatles nel catalogo dello Store. Finalmente nel 2007, le due compagnie trovarono un accordo sul marchio Apple, ma ancora per 3 anni i Beatles non furono presenti tra i brani acquistabili in iTunes. La settimana scorsa, dopo anni e anni di antipatie, i Beatles sono approdati in iTunes, raggiungendo un numero di brani venduti elevatissimo.

Seppur combattuta, l’aggiunta dei Beatles nell’iTunes Store è stata sufficientemente ripagata dalle vendite record raggiunte in una sola settimana di presenza.

Via | Mashable

Tag

Continua a leggere..

Lascia un commento

Continua a leggere con l'Infinite Scrolling


Queste linee blu separano gli articoli. Continua a scorrere la pagina per visualizzare l'articolo precedente.

Back to top button
Close
Close

Stai utilizzando un AdBlocker


iSpazio è un portale gratuito, supportato da Pubblicità. Non faremo mai pagare i nostri utenti per leggere le Notizie.

Le pubblicità su questo Blog non sono mai state di tipo invasivo e sono davvero poche, posizionate in maniera tale da non arrecare disturbo.

Per tutti questi motivi, ti invitiamo a disattivare il tuo AdBlocker soltanto su questo sito per continuare la navigazione. Grazie di cuore!