Come riporta il Korean Herald, anche Apple sarebbe in corsa per l’acquisto della divisione semiconduttori di Toshiba.

L’azienda di Cupertino dovrà però superare altri giganti dell’informatica quali Amazon e Google oltre a Western Digital, SK Hynix, Seagate, TSMC e Micron Technology e Foxconn interessati all’acquisto.

L’acquirente che risulta maggiormente attraente per Toshiba è Western Digital che possiede già una larga fetta del mercato NAND mentre Foxconn è tra i meno appetibili perché l’azienda e il governo giapponese non vorrebbero vendere ad una società cinese per evitare di rivelare informazioni tecnologiche a diretti concorrenti.

Foxconn e TSMC sono già partner di Apple e la loro offerta potrebbe essere manovrata proprio dall’azienda di Tim Cook.

Apple, insieme a Samsung, è già tra i clienti più importanti di Toshiba e l’acquisizione della divisione NAND permetterebbe a Cupertino di ridurre il ricorso ad aziende esterne per creare le unità di archiviazione, con conseguente diminuzione dei costi.

L’offerta formulata non sarebbe ancora nota ma potrebbe aggirarsi tra i 13 e 18 miliardi di dollari che segnerebbe una cifra d’acquisto record per Apple.

Via | 9to5Mac