Scarica la nostra App

iSpazio app

Resta in contatto con noi

Ascolta il nostro Podcast

ispazio podcast

Subscribe Now

* You will receive the latest news and updates on your favorite celebrities!

Trending News

Spotify attacca Apple e Google per pratiche anti concorrenziali sugli store
Notizie

Spotify attacca Apple e Google per pratiche anti concorrenziali sugli store 

Spotify, insieme ad altre aziende europee, ha chiesto l’intervento della Commissione Europea per verificare le pratiche commerciali messe in atto sugli store di Apple e Google.

Spotify, Deezer e la startup Rocket insieme ad altre aziende europee hanno firmato una lettera destinata all’antitrust dell’UE per chiedere una verifica delle pratiche commerciali delle piattaforme dominanti su internet.

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

spotify

Di Apple e Google non viene mai espresso chiaramente il nome ma è facile intuire che siano loro il bersaglio. L’accusa riguarda l’abuso della posizione privilegiata che rivestono.

I sistemi operativi mobili di entrambe le aziende coprono e controllano più del 90% del mercato delle applicazioni per smartphone.

Questa quota consente di imporre termini e condizioni che altri sviluppatori devono necessariamente accettare per essere presenti su App Store o Google Play Store.

Gli autori della lettera fanno notare che, oltre a non poter avere un dettaglio delle statistiche sulle registrazione degli utenti tramite App Store e Google Play Store, vedono la promozione di prodotti e servizi dei proprietari a discapito delle altre applicazioni che offrono servizi simili.

 

L’accusa arriva quando l’Unione Europea sta prendendo in considerazione l’ipotesi di introdurre nuovi codici e norme che riescano a dare maggior slancio alle piccole e medie aziende come Spotify.

Quello attuale è solo l’ultimo attacco che evidenzia la tensione tra Apple e Spotify.

Già lo scorso anno c’era stato un’accusa ad Apple quando da Cupertino avevano rifiutato l’ultima versione dell’applicazione di streaming musicale con una lamentela derivata dalla ripartizione dei guadagni tra Apple e sviluppatori.

Apple si era difesa parlando di un ricorso a mezze verità da parte di Spotify ma anche il senatore Elizabeth Warren era intervenuta, additando Apple per aver abusato della propria dimensione per “annullare i concorrenti”.

Via | 9to5Mac

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

Related posts

Commenti

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.