Apple ha ottenuto il riconoscimento per un brevetto depositato nel Settembre del 2015. Si tratta di un sistema in grado di utilizzare un dispositivo come iPhone oppure Apple Watch per monitorare il sonno.

Oltre a fornire tutte le indicazioni del caso ed un sommario a disposizione dell’utente dove si leggono chiaramente le ore di sonno leggero e quelle di sonno pesante, viene monitorato anche l’orario in cui si va a letto ed in base a queste informazioni raccolte per 4 giorni di seguito, il software riesce ad elaborare un profilo e delle previsioni.

Ad esempio, riesce a capire se si l’utente va a letto troppo tardi, se trascorre troppo tempo utilizzando uno smartphone a letto, se sta avendo delle difficoltà a prendere sonno e così via.

In base ad ogni analisi vengono forniti dei rimedi e dei suggerimenti (un qualcosa di più approfondito rispetto a quello che riesce già a fare l’applicazione Orologio nella sezione “Sonno”.

Tra i rimedi, potrà essere suggerita anche una certa dose di attività fisica durante il giorno, in maniera tale da “stancare” l’organismo e farci dormire prima. Il tutto leggendo i dati dall’applicazione Salute con l’integrazione di Activity e Workout.

I dispositivi potranno quindi prendersi cura di noi e migliorarci lo stile di vita. Recentemente Apple ha anche acquisito l’azienda che produce Beddit Sleep Monitor e sicuramente potremo aspettarci funzionalità simili sul prossimo Apple Watch.

Nel brevetto in questione viene illustrato anche un sistema che, monitorando il nostro sonno, riesce a cambiare dinamicamente l’orario della sveglia in maniera tale da anticipare o posticipare il suono di qualche minuto per un risveglio meno “traumatico”.

Via | AppleInsider