PUBBLICITÀ
iPhone

iPhone, danni coperti (e non) dalla garanzia: un documento Apple trapelato ci svela i criteri per le riparazioni

Trapelato il documento Apple “Visual/Mechanical Inspection Guide“, che fornisce informazioni sulle politiche di riparazione dell’azienda di Cupertino: quando si offre una riparazione coperta da garanzia o meno, e quando il servizio invece deve essere negato.

Datato 3 Marzo 2017, il documento è noto ai dipendenti come “VMI” e riguarda in particolare iPhone 6, 6s e 7, insieme alle varianti Plus. Un tecnico Apple ha dichiarato a Business Insider che esiste un documento simile per tutti i prodotti dell’azienda, ed è solitamente utilizzato per la formazione dei dipendenti.

La guida è divisa in tre sezioni. Quella verde riguarda problemi per cui Apple fornisce un servizio di garanzia, quella gialla i danni che possono essere riparati ma che non sono coperti dalla garanzia, e quella rossa esempi di problemi che Apple rifiuterà di risolvere.

Detriti sotto il vetro del display, anomalie dei pixel, disallineamento della camera FaceTime, e una sottile crepa sul display (senza punto di impatto) sono tutti problemi che Apple risolverà sotto garanzia, anche in presenza di danni accidentali o danni procurati da liquidi. Questi sono gli unici problemi che possono essere risolti in garanzia anche quando il dispositivo ha subito danni addizionali.

Apple offrirà un servizio di riparazione non coperto dalla garanzia per danni da liquidi confermati dall’utente, segni evidenti di corrosione, LCD spaccato, crepe dovute ad impatti, componenti Lightning/microfono/audio danneggiati, abrasioni estreme o fori, scocca piegata e parte frontale “separata” dal resto dello smartphone.

Dispositivi che presentano segni di riparazioni effettuate dagli utenti, danni o alterazioni intenzionali, batterie non originali Apple, o danni catastrofici non sono assolutamente idonei per il servizio di riparazione.

Apple presta molta attenzione soprattutto ai danni da liquidi. I dipendenti sono istruiti a cercare segni di danni da acqua sia all’interno che all’esterno del dispositivo, e in caso di riscontro, devono assolutamente negare il servizio di riparazione coperto da garanzia ed offrire, al contrario, uno fuori garanzia, che prevede quindi un pagamento.

Stando ai dipendenti Apple, il VMI non è sempre utilizzato (a meno di casi eccezionali), ed è più inteso come una guida che come una lista di regole da seguire senza se e senza ma quando si tratta di riparazioni, poiché ci sono diversi problemi che potrebbero sorgere di cui però non si parla nella guida.

Via | MacRumors

Utilizziamo Link di Affiliazione Amazon che generano commissioni. Cosa significa?

Se hai trovato interessante questo articolo, condividilo e fallo leggere anche ai tuoi amici:

Back to top button