Scarica la nostra App

iSpazio app

Resta in contatto con noi

Ascolta il nostro Podcast

ispazio podcast

Subscribe Now

* You will receive the latest news and updates on your favorite celebrities!

Trending News

Angela Ahrendts ricorda i primi giorni in Apple e racconta di Jony Ive che le chiese di non toccare i tavoli
Curiosità

Angela Ahrendts ricorda i primi giorni in Apple e racconta di Jony Ive che le chiese di non toccare i tavoli 

In un’intervista concessa a BuzzFeed, Angela Ahrendts ha raccontato i primi giorni di lavoro a capo del settore Retail di Apple.

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

In uno dei primissimi incontri, Jony Ive mi ha incoraggiata ad alcuni cambiamenti ma mi ha chiaramente detto: “Non toccare i tavoli. Sono gli stessi tavoli che utilizziamo nel nostro studio di design ed amo profondamente questo senso di continuità tra i nostri uffici ed i negozi. I tavolini sono sacri.

L’approccio di Angela a questi negozi riprende la filosofia di Steve Jobs:

Voleva che pensassimo agli store come ad un dispositivo, quindi dovevamo occuparci del processore, dell’intero hardware ma anche del software per riuscire ad avere il pieno controllo ed ottimizzare al meglio l’esperienza degli utenti.

Per questo motivo, il nostro “hardware” è rappresentato dalla struttura, come tutti i nuovi negozi che stanno sorgendo in giro per il mondo, le pareti di vetro, gli alberi all’interno e quant’altro. Per quanto riguarda “il software” abbiamo introdotto Today at Apple, il programma che permette agli utenti di seguire dei workshop e di imparare ad utilizzare al meglio i prodotti.

Un’altra idea di Angela è stata quella di ribrandizzare i negozi rimuovendo la parola Store. Infatti, oggi è corretto dire “Apple di Union Square” anzichè “Apple Store di Union Square”. La differenza sembra minima ma concettualmente cambia davvero molto. La parola Store infatti, indica un negozio dove la gente si reca per effettuare acquisti ed uscire. Angela invece, vuole che queste strutture diventino una sorta di piazza, dove la gente può anche incontrarsi, confrontarsi, condividere idee e passioni. Il concetto è stato ben espresso quando si è parlato dell’Apple Store in apertura nel centro di Milano dove il senso è quello di unire le persone. Anche gli impiegati vengono istruiti in maniera precisa per cercare di mettere tutti gli utenti a proprio agio ma anche di intrattenerli, per almeno 10 minuti. Naturalmente questo non è sempre possibile perchè alcune persone dimostrano di avere fretta ma in linea generale è un comportamento che Apple cerca sempre di seguire e che invoglia le persone a tornare.

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

Related posts

Commenti

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.