Scarica la nostra App

iSpazio app

Resta in contatto con noi

Ascolta il nostro Podcast

ispazio podcast

Subscribe Now

* You will receive the latest news and updates on your favorite celebrities!

Trending News

Android Central decreta il riconoscimento facciale di iPhone X anni avanti rispetto alla concorrenza
iPhone X

Android Central decreta il riconoscimento facciale di iPhone X anni avanti rispetto alla concorrenza 

Dopo un breve periodo di rodaggio del nuovo sistema di riconoscimento facciale Face ID, uno dei più autorevoli portali Android ha decretato che iPhone X monta il sensore 3D più evoluto al mondo tra quelli presenti su smartphone ed è avanti di anni rispetto a ciò che offre la concorrenza.

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

Anche il Galaxy S8 ha integrato il suo sistema di riconoscimento facciale come iPhone X ma non è all’altezza del Face ID. Android Central dichiara:

Il Face ID è così ben implementato e coerente che non si ha più bisogno del Touch ID. Fino a quando i produttori Android non saranno in grado di creare qualcosa di simile, è meglio che si limitino al riconoscimento attraverso le impronte digitali. Con il Galaxy S8 o il Note 8 è necessario scegliere tra i vari sistemi di riconoscimento disponibili: la scansione dell’iride richiede che il telefono sia molto vicino al volto, mentre il riconoscimento del viso spesso fallisce al buio e può essere violato con una semplice fotografia. Il Face ID, inoltre, può essere utilizzato anche per sbloccare le applicazioni che prima usavano il Touch ID, mentre sui telefoni Samsung non esiste questo tipo di integrazione in-app. Apple è riuscita nuovamente ad innovare un sistema già in uso costringendo i produttori Android a lavorarci su per molto tempo prima di arrivare allo stesso risultato. Nel frattempo, è meglio che si limiti ad offrire solamente il sensore per le impronte digitali che funziona bene, piuttosto che integrare un sensore del volto non all’altezza.

Insomma, anche per Android Central, Apple è di nuovo riuscita ad innovare una tecnologia che già girava nei dispositivi della concorrenza ma che decisamente lavorava in maniera più approssimativa.

Via | AndroidCentral

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

Related posts

Commenti

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.