Stando ad un rapporto della scorsa settimana, i Texas Rangers hanno consegnato ad Apple un mandato di perquisizione per il caso della sparatoria di Sutherland Springs.

Gli agenti stanno ora cercando di ottenere l’accesso ad informazioni come foto e messaggi memorizzati sull’iPhone dell’assassino, ritrovato dopo che Devin Patrick Kelley si è tolto la vita dopo l’attacco. Il mandato di perquisizione è stato ottenuto il 9 Novembre.

L’obiettivo è anche quello di accedere alle informazioni conservate su iCloud. La documentazione di Apple conferma che l’azienda di Cupertino si impegna a fornire le informazioni memorizzate su iCloud alle forze dell’ordine in caso di un mandato di perquisizione.

L’agente speciale Christopher Combs ha recentemente rivelato che l’FBI non è riuscita ad accedere al dispositivo di Kelly, ma non ha voluto fornire dettagli sul marchio e modello del dispositivo in questione. Tuttavia, è stato confermato nelle ore successive che il dispositivo di Kelley è senza dubbio un iPhone SE.

Resta da vedere come Apple agirà se le forze dell’ordine dovessero richiedere un hacking simile a quello richiesto dall’FBI nel caso della sparatoria di San Bernardino dello scorso anno.

Via | iDownloadBlog