Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

Concorrenza

HTC, Motorola: «Non siamo come Apple, non rallentiamo i nostri smartphone»

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

HTC e Motorola hanno dichiarato che non “intaccheranno” la velocità dei processori dei propri dispositivi con batterie usurate, una pratica che Apple ha messo in atto per evitare improvvisi spegnimenti e/o riavvii di iPhone con tale problematica.

In alcune email inviate a TheVerge, entrambe le aziende hanno rassicurato i propri utenti affermando che una pratica simile non viene presa in considerazione. Un portavoce di HTC ha dichiarato che creare smartphone per poi rallentare la velocità del processore in base all’età della batteria “non è qualcosa che facciamo”. Lo stesso concetto è stato espresso da un portavoce di Motorola.

I colleghi di TheVerge hanno poi cercato un commento anche di altri colossi del settore, come Samsung, Google, LG e Sony. La risposta di Sony dovrebbe arrivare entro la fine delle feste, mentre Samsung, tramite un portavoce, ha dichiarato che sta effettuando i dovuti controlli.

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

Continua a leggere..

Back to top button
Close

Stai utilizzando un AdBlocker


iSpazio è un portale gratuito, supportato da Pubblicità. Non faremo mai pagare i nostri utenti per leggere le Notizie.

Le pubblicità su questo Blog non sono mai state di tipo invasivo e sono davvero poche, posizionate in maniera tale da non arrecare disturbo. Qui NON TROVERAI MAI Pubblicità Video, Pubblicità con riproduzione automatica oppure Pubblicità che si sovrappongono allo schermo!

Per tutti questi motivi, ti invitiamo a disattivare il tuo AdBlocker soltanto su questo sito per continuare la navigazione. Grazie di cuore!

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.