Ieri Apple ha finalmente svelato la data di lancio di HomePod, il suo primo smart speaker. Tim Cook, attualmente in Canada, ha rilasciato un’intervista al Financial Post parlando delle app in realtà aumentata e, appunto, di HomePod.

Per quanto riguarda lo smart speaker, Cook ha dichiarato che la profonda integrazione tra hardware e software rende lo smart speaker differente dalla concorrenza, attualmente rappresentata da Amazon Echo e Google Home.

La competizione fa bene a tutti e io la accolgo bene. Ma se si cerca allo stesso di tempo di licenziare qualcosa e di competere con le proprie licenze… è un modello difficile e bisogna poi verificare se sia di successo o meno.

Cook ha poi affermato che l’ottima qualità audio di HomePod era qualcosa che mancava nel mercato degli smart speaker, un vuoto che Apple vuole colmare: «La musica merita un certo tipo di qualità, e non di un suono gracchiante».

Durante l’intervista, il CEO di Apple ha parlato anche della realtà aumentata, un argomento su cui si è espresso anche in passato. Cook ha affermato che la realtà aumentata è “la più profonda tecnologia del futuro” che è capace di amplificare l’esperienze umane al posto di sostituirle.

Trovate qui l’intera intervista di Tim Cook rilasciata al Financial Post.