Dopo una segnalazione effettuata da un utente, Instagram e Snapchat hanno rimosso il supporto alle GIF tramite Giphy. L’immagine incriminata mostrava contenuti razziali offensivi ed è stata subito rimossa dall’enorme archivio online.

Sono passate ormai diverse settimane dall’introduzione di Giphy e al conseguente supporto alle GIF su Instagram e Snapchat. Tramite gli strumenti di personalizzazione offerti da questi social network, potevamo aggiungere delle GIF animate alle nostre Storie. Tutto questo non è più possibile per colpa di una GIF offensiva, segnalata a Giphy da un utente Twitter.

Instagram e Snapchat hanno subito reagito alla segnalazione, rimuovendo il supporto alle GIF dalle loro applicazioni. I portavoce di entrambi i social network hanno dichiarato che non vogliono assolutamente vedere contenuti del genere nelle loro applicazioni. Anche Giphy ha risposto alle accuse, dichiarando di aver subito rimosso la GIF incriminata e scusandosi per l’errore commesso nella moderazione dei contenuti caricati. Giphy infatti utilizza un avanzato algoritmo di moderazione dei contenuti, che però questa volta evidentemente ha fatto cilecca.

Non sappiamo se e quando le GIF torneranno tra gli strumenti di personalizzazione di Instagram e Snapchat. Probabilmente i social network stanno aspettando una sorta di garanzia da Giphy con la quale vogliono evitare queste spiacevoli situazioni in futuro. Giphy dovrà quindi perfezionare la propria moderazione dei contenuti in modo da evitare GIF offensive.