Scarica la nostra App

iSpazio app

Resta in contatto con noi

Ascolta il nostro Podcast

ispazio podcast

Subscribe Now

* You will receive the latest news and updates on your favorite celebrities!

Trending News

iOS 11 blocca gli schermi riparati da terze parti anche se vengono utilizzate parti originali!
iPhone

iOS 11 blocca gli schermi riparati da terze parti anche se vengono utilizzate parti originali! 

Ieri vi abbiamo segnalato che, a partire da iOS 11.3, Apple ha inserito un controllo all’interno del firmware in grado di determinare se il dispositivo monta un display non originale e quindi sostituito da qualche azienda di terze parti. Nel caso in cui il riscontro dovesse essere positivo, iOS 11.3 non vi permetterà di utilizzare l’iPhone perchè andrà a bloccare lo schermo che risulterà completamente nero.

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

Oggi emergono altre informazioni in merito. Sembra che l’azienda di Cupertino abbia iniziato a mettere i bastoni tra le ruote ai riparatori già  a partire da iOS 11.1.

Diverse aziende che riparano iPhone infatti, hanno segnalato che anche quando si sostituisce uno schermo con un altro display originale, si va incontro a qualche problemi.

Dopo la riparazione, lo schermo non regola più automaticamente la luminosità. Il processo che gestisce questa funzione viene in qualche modo bloccato dal firmware, cosa che invece non avviene quando è la stessa Apple (o un centro autorizzato) ad effettuare la riparazione.

Per farla breve:

  • Se un’azienda di terze parti sostituisce uno schermo danneggiato con un altro non originale, iOS 11.3 non lo farà funzionare (da iPhone 8 in poi);
  • Se un’azienda di terze parti sostituisce uno schermo danneggiato con un altro originale Apple, allora smetterà di funzionare soltanto la gestione della luminosità automatica.

In ogni caso, Apple vuole ostacolare i riparatori non ufficiali, esortandoli a non mettere mano a questi smartphone perchè aprendoli invalidano la garanzia e ne compromettono le funzionalità.

La scelta di bloccare il sensore di lumonosità sembra sia stata presa proprio per capire in maniera immediata se l’iPhone è stato manomesso da terzi prima di essere portato in Apple Store, pretendendo la riparazione in garanzia.

Negli ultimi tempi in America si sta parlando di “diritto alla riparazione”, anche per sfuggire ai costi delle riparazioni ufficiali che spesso risultano troppo alti. Apple è contraria a tutto ciò ma dovremo attendere ancora un po’ per vedere chi la spunterà.

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

Related posts

Commenti

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.