Loup Ventures ha pubblicato i risultati di un nuovo test che mira a dimostrare l’intelligenza degli assistenti virtuali smart attualmente sul mercato. Stiamo ovviamente parlando di Siri di Apple, Google Assistant, Amazon Alexa e Cortana di Microsoft, e a loro sono state poste le stesse 800 domande.

Stando ai risultati del test, Google Assistant è stato in grado di rispondere correttamente all’86% delle domande, rispetto al 79% conquistato da Siri. Alexa (61%) e Cortana (52%) a seguire. Questo è stato il primo test in cui i colleghi di Loup Ventures abbiano incluso anche Alexa di Amazon.

Gli assistenti virtuali sono stati giudicati tenendo presente due aspetti:

  • Ha capito cosa gli è stato chiesto?
  • Ha fornito una risposta corretta?

Google Assistant ha conquistato il punteggio massimo in ogni categoria ad esclusione di Ordine (ad esempio, “ricordami di chiamare alle 14”), in cui è stato superato da Siri di Apple. Proprio per l’assistente virtuale dell’azienda di Cupertino è stato notato un importante miglioramento sia nella comprensione delle domande che nelle risposte fornite. «Abbiamo trovato Siri più d’aiuto e versatile nel controllo dello smartphone, degli accessori per la domotica, della musica, ecc…», riporta Loup Ventures.