Il produttore di chip TSMC ha dovuto spegnere alcuni dei suoi stabilimenti dopo che il suo sistema è stato attaccato da un virus, riporta Bloomberg.

TSMC è il maggior produttore di chip, e fornisce componenti ad aziende come Apple, ADM, Nvidia e Qualcomm. L’azienda ha riferito a Bloomberg che un virus ha infettato “alcuni strumenti per la produzione”, e che “il livello di infezione” varia da stabilimento a stabilimento. In alcuni sono riprese le operazioni, ma altri torneranno operativi solo nelle prossime ore. Secondo le prime indagini dell’azienda, non si è trattato di un attacco di un hacker.

TSMC è stata già attaccata da virus in passato”, ha dichiarato a Bloomberg il CFO Lora Ho, “ma questa è la prima volta che un attacco virus influisce sulle nostre linee di prodotti“. Il CFO non ha specificato con precisione quali prodotti, ma potrebbero rientrare anche quelli ordinati da Apple.

A Maggio, l’azienda ha iniziato a produrre i chip A12 di Apple, che saranno utilizzati nella line-up 2018 di iPhone. Speriamo non ci siano ritardi sulla tabella di marcia.

AGGIORNAMENTO: TSMC ha fornito maggiori informazioni in un nuovo comunicato, affermando che l’attacco virus è dovuto ad una variante del ransomware WannaCry del 2017. Il virus ha colpito gli stabilimenti di Tainan, Hsinchu e Taichung, dove si producono anche gli i chip per i prodotti Apple. Stando al CEO dell’azienda, potrebbe trattarsi di un attacco hacker mirato nei confronti di TSMC.

Siamo sorpresi e shockati. Abbiamo installato decine di centinaia di tool prima d’ora, e questa la prima volta in cui accade qualcosa del genere.