Dopo il lancio dell’Apple Watch Serie 4, Jony Ive ha parlato a lungo di questo dispositivo svelando dei retroscena legati allo sviluppo e lasciandoci intuire che ci troviamo ad un nuovo punto di partenza, orientati verso un futuro in cui gli indossabili risulteranno sempre più utili e potenti.

L’Apple Watch Serie 4 ha raggiunto un punto di svolta nella strategia Apple. Dapprima rappresentava un semplice accessorio di un iPhone, poteva esserci come non esserci, era in grado di duplicare le notifiche e poco altro, ma negli anni si è arrivati a questo modello: un orologio che ha un profondo senso di esistere anche come dispositivo a sè stante, separato da iPhone, che trova la sua utilità nel fitness, negli strumenti per l’autodiagnosi e la Salute.

L’Apple Park ha aiutato moltissimo questo progetto perchè Ive ha potuto chiamare a sè moltissimi dipendenti e lavorarci insieme quotidianamente. Il contatto diretto porta sempre cose positive. L’Apple Watch Serie 4 cambia anche nel design (malgrado i cambiamenti risultino minimi) incarna un concetto di eleganza ancora più elevato, è largamente più potente ed anche più sottile.

Secondo Ive, l’Apple Watch di quest’anno è davvero interessante come dispositivo e continuerà ad esserlo sempre di più nei prossimi anni grazie all’impegno costante dell’azienda nell’aggiungere caratteristiche che lo hanno già reso il miglior smartwatch al mondo.