Il co-fondatore di Microsoft, Paul Allen, è morto oggi, all’età di 65 anni a causa di un linfoma non Hodgkin, ovvero un tumore che prende origine nel sistema linfatico.

L’annuncio è arrivato stasera dall’azienda e tutti i più grandi uomini del mondo, compreso Satya Nadella (attuale CEO di Microsoft) e Tim Cook hanno speso delle parole a riguardo.

Tim Cook ha twittato: “l’industria tecnologica ha perso un pioniere, mentre il mondo ha perso una forza positiva”.

Nadella invece ha scritto:

I contributi di Paul Allen alla nostra azienda, al nostro settore e alla nostra comunità sono indispensabili. Come co-fondatore di Microsoft, nel suo modo silenzioso e persistente, ha creato prodotti magici, esperienze ed istituzioni e facendo questo, ha cambiato il mondo. Ho imparato tanto da lui: la sua curiosità e la voglia di spingersi verso standard più elevati è qualcosa che continuerà ad ispirare me e tutti noi in Microsoft. I nostri cuori sono con la famiglia di Paul ed i suoi cari. Riposa in pace.

Secondo il suo sito web, i contributi filantropici di Allen superano i 2 miliardi di dollari, che sono stati spesi per cause ambientali, per i senzatetto, per l’apprendimento automatico e tanto altro.