Dopo la presentazione dei nuovi MacBook Air sono arrivati i primi benchmark effettuati su Geekbench. Vediamo quali prestazioni offre questo nuovo computer portatile Apple con i processori Intel Amber Lake.

macbook air

Il nuovo MacBook Air è stato presentato come il MacBook entry-level della linea offerta da Apple. Sotto la scocca ha un hardware aggiornato, in particolare un processore Intel Core i5-8210Y da 1,6 GHz ed un massimo di 16 GB di memoria RAM.

Come potete vedere dall’immagine sottostante, presa direttamente dall’archivio di Geekbench, il nuovo MacBook Air ha totalizzato 4.248 punti in single-core e 7.828 punti in multi-core nel benchmark.

benchmark

Il modello precedente, ancora disponibile per l’acquisto ad un prezzo ridotto, ha totalizzato invece 3.335 punti in single-core e 6119 in multi-core con il suo processore Intel Broadwell da 1,8 GHz. Il nuovo Mac della linea Air è anche più veloce degli attuali MacBook, ma non di molto. I MacBook da 12 pollici riescono a raggiungere un punteggio di 3.925 in single-core e 7567 in multi-core con i loro chip della serie M di Intel.

Prestazioni single-core

  • 2018 MacBook Air – 4.248
  • 2017 MacBook Air – 3.335
  • 1.4GHz 2017 MacBook – 3.925
  • 1.3GHz 2017 MacBook – 3.630
  • 1.2GHz 2017 MacBook – 3.527
  • 2.3GHz 2018 MacBook Pro – 4.504
  • 2.3GHz 2017 MacBook Pro – 4.314

Prestazioni multi-core

  • 2018 MacBook Air – 7.828
  • 2017 MacBook Air – 6.119
  • 1.4GHz 2017 MacBook – 7.567
  • 1.3GHz 2017 MacBook – 6.974
  • 1.2GHz 2017 MacBook – 6.654
  • 2.3GHz 2018 MacBook Pro – 16.464
  • 2.3GHz 2017 MacBook Pro – 9.071

Il MacBook Air si posiziona quindi in mezzo tra i MacBook e i MacBook Pro per quanto riguarda le prestazioni. Come curiosità aggiuntiva vogliamo aggiungere anche i risultati del test su Geekbench raggiunti dai nuovi iPad Pro. In particolare i tablet Apple hanno raggiunto un punteggio di 5.020 in single-core e 18.217 in multi-core, superando quindi numerosi modelli di MacBook /Air/Pro. Un traguardo reso possibile esclusivamente dall’ottimizzazione hardware e software dei dispositivi iOS. Ricordiamo infatti che Apple progetta i processori per gli iPhone e iPad, mentre per i Mac si affida completamente a quelli progettati da Intel.