Apple News vuole diventare la più solida ed affidabile delle piattaforme di Notizie. Lo conferma la responsabile editoriale del servizio: “Clickbait, fake news e disinformazione si diffondono rapidamente su internet ma non troveranno mai posto all’interno della nostra piattaforma.”

apple news

Tim Cook ha scelto di dare un’impronta diversa all’applicazione: “Meglio essere precisi che i primi

Questa frase dice già tutto ed è l’emblema di una filosofia tutta Apple. E’ importante che le notizie vengano date con una certa velocità ma questo aspetto è secondario all’affidabilità. Un’apposita redazione ha il compito di controllare la veridicità di tutto quello che passa sull’app e soltanto quando una notizia risulta vera e non troppo sensazionalistica allora viene approvata e diffusa a tutti.

Si tratta di una linea editoriale controcorrente che privilegia la qualità e la precisione delle informazioni rispetto alla velocità di pubblicazione, una linea editoriale che adottiamo anche su iSpazio perchè non ha senso arrivare per primi se poi gli utenti che ti leggono ottengono articoli scarsi o errati. Le notizie che vengono pubblicate superano diversi filtri e non c’è bisogno di leggerne altre simili per arricchire le conoscenze sull’argomento trattato. Stiamo inoltre evitando quello che può risultare meno utile (come notizie relative soltanto ad altri Stati) e ci focalizzeremo sempre di più su quello che può risultare pratico e concreto.

“La disinformazione può diffondersi davvero rapidamente. Questo è qualcosa che siamo orgogliosi di non permettere che accada, il nostro mantra è che è meglio essere precisi che essere i primi” – racconta Apple.

Tutto questo nasconde naturalmente anche delle frecciatine a Facebook e Google News dove, nel primo caso, le notizie non ottengono controlli e vengono facilmente veicolate dalle condivisioni degli utenti mentre nel secondo caso ci si affida all’intelligenza artificiale per effettuare la selezione. Apple ha costituito una vera e propria redazione che lavora come una sorta di giornale, selezionando cosa è giusto e cosa no.

Nel frattempo in Italia non abbiamo ancora la possibilità di goderci l’applicazione Apple News perchè la piattaforma è davvero poco remunerativa per gli editori e non si riescono a trovare accordi con le testate principali del Paese.