Intervistato da Jim Cramer di Mad Money, il CEO di Apple Tim Cook ha parlato delle vendite di iPhone XR e dei futuri servizi che l’azienda ha intenzione di lanciare o migliorare in futuro.

Tim Cook, alla domanda posta sul presunto flop di iPhone XR, ha dimostrato di non essere assolutamente preoccupato. Lo smartphone lanciato nel 2018 è infatti il modello più popolare “ogni giorno” sin dal suo lancio sul mercato. Il CEO di Apple, tuttavia, ha dichiarato che l’azienda vorrebbe venderne anche di più e che sta lavorando per raggiungere questo obiettivo.

Lo stesso Cook ha dichiarato che i detrattori ripetono le stesse cose su Apple ormai da anni, e che l’azienda punta sul lungo termine. Si parla di base di utenti, di soddisfazione degli utenti e della crescita dei servizi, in particolare quelli relativi alla salute.

C’è tanto materiale, ma non dirò molto. Ci sono cose di cui siamo davvero felici, su cui abbiamo lavorato per molti anni.

Per quanto riguarda le scarse vendite di iPhone in Cina, Cook ha affermato che l’economia cinese sta rallentando e che le tensioni con gli Stati Uniti d’America (dovuti ai dazi imposti da Trump) di certo non facilitano le cose. Tuttavia, secondo il CEO, queste tensioni sono temporanee.

Il numero di aggiornamenti, come scritto nella lettera agli investitori, è stato influenzato dalla possibilità di sostituire la batteria di alcuni modelli iPhone al prezzo scontato di 29 euro/dollari. Per Cook però, il numero di iPhone venduti in un periodo di 90 giorni (quindi in un quarto finanziario, ndr) è l’ultima delle sue preoccupazioni.

Voglio che i clienti siano felici. Lavoriamo per loro. E quindi la cosa importante è che loro siano felici. Perché se loro sono felici, quasi sicuramente acquisteranno un nuovo modello. E i servizi e l’ecosistema continueranno a crescere.

Cook ha spiegato che l’obiettivo di Apple è quello di creare i migliori prodotti del settore, che arricchiscono le vite degli utenti. La cosa più importante è la soddisfazione degli utenti, parola di Cook.

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

E su Siri? L’assistente vocale dei prodotti iOS ancora non ha raggiunto il livello di Google Assistant, il migliore del suo campo, ma Cook ha assicurato che Apple ha investito e investirà molto su questo servizio.

Oltre 500 milioni di dispositivi utilizzano Siri in 21 lingue e 30 paesi di tutto il mondo. Apple vuole portare Siri in tutto il mondo e migliorare la sua qualità.

Sapete che la voce un viaggio infinito. Tutti parliamo in modo leggermente diverso. Io ho un dialetto del sud, ad esempio. C’è molto lavoro da fare, ma ho totale fiducia nelle nostre possibilità per continuare ad innovare come pazzi.

Cosa ne pensate delle parole di Tim Cook? Dite la vostra nei commenti.