Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

Notizie

Apple acquisisce la startup italiana Stamplay

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

Apple ha acquisito la piccola startup italiana Stamplay, secondo un nuovo articolo del Il Sole 24 Ore. Stamplay fu fondata nel 2012 ed era specializzata nello sviluppo di cloud e di backend basati sull’utilizzo delle API (Application Programming Interface), campi di cui i servizi di Apple potrebbero beneficiare.

Pare che Apple debba pagare cinque milioni di euro per Stamplay. E’ un’acquisto relativamente piccolo per Apple paragonato ad alcune maggiori acquisizioni ed investimenti recenti.

Stamplay fu fondata da Nicola Mattina e Giuliano Iacobelli, ha acquisito successivamente fondi col crowdfunding e più tardi con investitori. Nel 2016 Stamplay vinse il Visa “Everywhere Initiative” project, in cui la compagnia di carte di credito riconosce le startup emergenti ogni anno.

Lo slogan di Stamplay è che essa ti aiuta ad “automatizzare il tuo business” con le API. “Una piattaforma di automazione del flusso di lavoro con minimo utilizzo del codice di programmazione, un’organizzazione decisamente produttiva per snellire il lavoro manuale grazie all’integrazione dei dati e delle applicazioni di business utilizzate ogni giorno”, dice la compagnia sul proprio sito.

Dal profilo LinkedIn di Stamplay:

“Il potente editor web-based include tutto ciò che serve allo sviluppatore per creare e far funzionare un potente backend per le proprie app, incluse popolari API come Stripe (pagamenti), Sendgrid (email), Twilio (SMS e VoIP), Pusher (notifiche in tempo reale) e molte altre”.

Apple ha fatto recentemente molte acquisizioni. A febbraio ha acquistato DataTiger, una startup di Digital Marketing che usava gli analytics data per “ripensare l’intera esperienza di marketing”. Questo mese Apple ha confermato di aver acquistato Laserlike, altra startup, focalizzata sull’AI fondata da ex-ingegneri di Google.

Apple in genere ammette le sue acquisizioni con una dichiarazione generica alla stampa su come “acquisisca piccole aziende tecnologiche di tanto in tanto” ma non si sofferma su “proposte e progetti”. Apple deve ancora rilasciare dichiarazioni sull’acquisizione  di Stamplay segnalata dal quotidiano italiano, ma vi terremo aggiornati.

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

Continua a leggere..

Back to top button
Close

Stai utilizzando un AdBlocker


iSpazio è un portale gratuito, supportato da Pubblicità. Non faremo mai pagare i nostri utenti per leggere le Notizie.

Le pubblicità su questo Blog non sono mai state di tipo invasivo e sono davvero poche, posizionate in maniera tale da non arrecare disturbo. Qui NON TROVERAI MAI Pubblicità Video, Pubblicità con riproduzione automatica oppure Pubblicità che si sovrappongono allo schermo!

Per tutti questi motivi, ti invitiamo a disattivare il tuo AdBlocker soltanto su questo sito per continuare la navigazione. Grazie di cuore!

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.