macOSWWDC

Una nuova applicazione Musica prenderà il posto di iTunes sul nuovo macOS 10.15

Durante la WWDC 2019 che si terrà all’inizio di Giugno, Apple presenterà iOS 13 ma anche la nuova versione del sistema operativo desktop, MacOS 10.15. All’interno, troveremo una nuova applicazione chiamata Musica, la quale in un primo momento sarebbe dovuta essere una trasposizione dell’omonima app presente su iOS, utilizzando la conversione per mezzo di Marzipan.

Secondo dati più aggiornati invece, l’applicazione Musica presente sul prossimo macOS sarà una rivisitazione di iTunes. A confermarlo è il codice sorgente dell’applicazione, realizzata con AppKit, che condivide parti di codice con l’attuale iTunes anzichè con la versione iOS dell’app Musica.

L’applicazione includerà tante funzioni avanzate di iTunes come le smart playlist, la gestione avanzata della libreria musicale, la sincronizzazione con iPod ed altri dispositivi iOS e perfino la possibilità di leggere CD o masterizzare tracce audio su CD.

Questa nuova applicazione rappresenterà lo step finale di trasformazione, iniziato con iTunes 12.7 dove è stato tutto aggiornato e focalizzato sulla musica, film, show televisivi, podcast ed audiolibri. In passato iTunes ospitava anche l’App Store ma su macOS 10.15 la rinnovata applicazione verrà utilizzata soltanto per la musica, proprio come la controparte su iOS.

E’ possibile che una versione precedente di iTunes potrà essere ancora scaricata dagli utenti tramite il Mac App Store, con il supporto alle suonerie ed altre funzioni.

Tag

Continua a leggere..

Continua a leggere con l'Infinite Scrolling


Queste linee blu separano gli articoli. Continua a scorrere la pagina per visualizzare l'articolo precedente.

Back to top button
Close
Close

Stai utilizzando un AdBlocker


iSpazio è un portale gratuito, supportato da Pubblicità. Non faremo mai pagare i nostri utenti per leggere le Notizie.

Le pubblicità su questo Blog non sono mai state di tipo invasivo e sono davvero poche, posizionate in maniera tale da non arrecare disturbo.

Per tutti questi motivi, ti invitiamo a disattivare il tuo AdBlocker soltanto su questo sito per continuare la navigazione. Grazie di cuore!