Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

Notizie

Whatsapp: una vulnerabilità ha permesso di installare uno spyware israeliano negli iPhone e Android

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

Il Financial Times ha portato alla luce una questione relativa ad una falla di sicurezza presente all’interno di WhatsApp, la quale ha permesso a degli hacker di installare uno spyware all’interno degli smartphone Android ed iOS.

Il codice malevolo è stato sviluppato dall’azienda israeliana NSO Group e viene trasmesso attraverso una chiamata Whatsapp.

L’operazione va a buon fine sia quando l’utente risponde a questa chiamata che quando la ignora. Addirittura al termine della procedura la chiamata “persa” viene cancellata, senza lasciare la minima traccia di ciò che è avvenuto. Ne consegue che una persona potrebbe essere stata attaccata senza nemmeno rendersene conto.

Secondo la fonte, questa falla è stata utilizzata per settimane. In un comunicato ufficiale, Whatsapp dichiara:

“Questo attacco proviene da un’azienda privata nota per le sue collaborazioni con i governi nella fornitura di spyware. Siamo in contatto con una serie di organizzazioni a tutela dei diritti umani con le quali condivideremo tutte le informazioni che possiamo e cercheremo di lavorare insieme per informare la società”.

Secondo il report è ancora troppo presto affinchè Whatsapp possa stimare quanti telefoni siano stati effettivamente colpiti. Whatsapp è utilizzato da 1,5 miliardi di utenti al mondo ma l’attacco non sembra di così larga portata.

WhatsApp ha riferito di aver divulgato la questione al Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti la scorsa settimana ed ha iniziato ad implementare un firewall sui suoi server a partire dallo scorso venerdì. Gli ingegneri hanno lavorato fino a domenica prima di riuscire a completare l’implementazione di questa patch ed oggi è a tutti gli effetti operativa. In altre parole, l’attacco non potrà più avvenire. 

Il Gruppo NSO sviluppa strumenti come Pegasus e li distribuisce ai governi di tutto il mondo come mezzo per combattere il terrorismo e la criminalità. Gli spyware tuttavia possono essere molto pericolosi a seconda degli utilizzi perchè possono anche prendere di mira singole persone o organizzazioni, traendone benefici significativi. 

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

Continua a leggere..

Back to top button
Close

Stai utilizzando un AdBlocker


iSpazio è un portale gratuito, supportato da Pubblicità. Non faremo mai pagare i nostri utenti per leggere le Notizie.

Le pubblicità su questo Blog non sono mai state di tipo invasivo e sono davvero poche, posizionate in maniera tale da non arrecare disturbo. Qui NON TROVERAI MAI Pubblicità Video, Pubblicità con riproduzione automatica oppure Pubblicità che si sovrappongono allo schermo!

Per tutti questi motivi, ti invitiamo a disattivare il tuo AdBlocker soltanto su questo sito per continuare la navigazione. Grazie di cuore!

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.