AppleiPhone

Apple vuole spostare il 30% della produzione fuori dalla Cina

Con la guerra commerciale U.S.-Cina che sembra non mostrare segni di rallentamento, un nuovo rapporto afferma che Apple vuole trasferire la sua catena di approvvigionamento nel tentativo di ridurre la sua dipendenza dalla produzione cinese.

In particolare, Apple ha chiesto a diversi dei suoi principali fornitori di valutare le implicazioni sui costi del passaggio dal 15 al 30% della capacità produttiva dalla Cina ai paesi del Sud-Est asiatico, preparandosi a una “ristrutturazione fondamentale della catena di approvvigionamento“, secondo Nikkei.

I paesi presi in considerazione per il trasferimento della produzione includono il Messico, l’India, il Vietnam, l’Indonesia e la Malesia, con l’India e il Vietnam tra i favoriti per l’assemblaggio di iPhone, secondo il rapporto. Il fornitore di Apple, Wistron, assembla già una quantità limitata di iPhone in India.

Apple ha un “team di studi sulle spese in conto capitale” incaricato di negoziare con i fornitori e i governi.

produzione iPhone

Questi piani non sono dovuti soltanto alla guerra commerciale, il rapporto aggiunge che il gigante della tecnologia ha deciso che i rischi di affidarsi così tanto alla produzione in Cina sono “troppo grandi e persino aumentati” anche se la guerra commerciale alla fine si dovesse risolvere.

Tag

Continua a leggere..

Continua a leggere con l'Infinite Scrolling


Queste linee blu separano gli articoli. Continua a scorrere la pagina per visualizzare l'articolo precedente.

Back to top button
Close
Close

Stai utilizzando un AdBlocker


iSpazio è un portale gratuito, supportato da Pubblicità. Non faremo mai pagare i nostri utenti per leggere le Notizie.

Le pubblicità su questo Blog non sono mai state di tipo invasivo e sono davvero poche, posizionate in maniera tale da non arrecare disturbo.

Per tutti questi motivi, ti invitiamo a disattivare il tuo AdBlocker soltanto su questo sito per continuare la navigazione. Grazie di cuore!