AppleNews

I prezzi dei prodotti Apple non saranno influenzati dalle tariffe statunitensi

L’affidabile analista Apple Ming-Chi Kuo ha rilasciato una nuova nota per gli investitori che copre la catena di approvvigionamento di Apple e in che modo le ultime serie di tariffe del presidente Trump potrebbero influenzare i suoi prodotti.

Kuo afferma che “la tariffa potrebbe non influire sui prezzi dei prodotti hardware di Apple” negli Stati Uniti.

La scorsa settimana, Trump ha annunciato che gli Stati Uniti avrebbero imposto una tariffa del 10% su altri $ 300 miliardi di beni importati dalla Cina, a partire dal 1 ° settembre. Anche se non è ancora chiaro se ciò includerebbe i prodotti Apple, gli analisti sono preoccupati e le azioni AAPL hanno avuto un colpo alla notizia.

Kuo scrive che probabilmente Apple ha fatto “preparativi adeguati” per tale tariffa, e prevede che Apple “assorbirà la maggior parte dei costi aggiuntivi” a medio termine. Pertanto, Kuo ritiene che “i prezzi dei prodotti hardware e le previsioni di spedizione per il mercato statunitense rimarranno invariati” nonostante la tariffa.

A lungo termine, Kuo scrive di ritenere che le sedi di produzione non cinesi di Apple potrebbero soddisfare “la maggior parte della domanda dei mercati statunitensi” entro i prossimi due anni. Questo pensiero si basa su una combinazione di “grado di automazione della produzione” e la quota di mercato di Apple negli Stati Uniti.

tariffe usa

Ecco le previsioni di Kuo:

1. iPhone. L’espansione della capacità produttiva non cinese è una sfida a causa del basso grado di automazione della produzione. Ci aspettiamo che le sedi di produzione non cinesi soddisfino la domanda del mercato statunitense nel 2020.

2. iPad. Non è difficile espandere la capacità di produzione non cinese per soddisfare la domanda degli Stati Uniti a causa del più alto grado di automazione della produzione e della minore quota di mercato degli Stati Uniti.

3. Mac. Sebbene il suo grado di automazione della produzione sia superiore a quello dell’iPhone, le sedi di produzione non cinesi del Mac non possono soddisfare la domanda dal mercato statunitense fino al 2021 a causa della maggiore quota di mercato del mercato statunitense.

4. Apple Watch. Prevediamo che ci saranno località di produzione non cinesi, a partire dal 2020.

5. AirPods. Stimiamo che il cambiamento del design interno di AirPods da SMT a SiP migliorerà il livello di automazione della produzione.

previsioni Kuo

Durante la conferenza del Q3 2019 della scorsa settimana, Cook ha parlato della catena di approvvigionamento di Apple e ha riferito che si sarebbe estesa ad altre aree.

 

Se hai trovato interessante questo articolo, condividilo e fallo leggere anche ai tuoi amici:

Back to top button

Stai utilizzando un AdBlocker


iSpazio è un portale gratuito, supportato da Pubblicità. Non faremo mai pagare i nostri utenti per leggere le Notizie.

Le pubblicità su questo Blog non sono mai state di tipo invasivo e sono davvero poche, posizionate in maniera tale da non arrecare disturbo. Qui NON TROVERAI MAI Pubblicità Video, Pubblicità con riproduzione automatica oppure Pubblicità che si sovrappongono allo schermo!

Per tutti questi motivi, ti invitiamo a disattivare il tuo AdBlocker soltanto su questo sito per continuare la navigazione. Grazie di cuore!