Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

News

Un enorme database di numeri di telefono degli utenti di Facebook è stato scoperto online

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

Un server esposto con oltre 419 milioni di dati degli utenti di Facebook è stato scoperto online, riporta TechCrunch.

Il server non era protetto con una password ed era accessibile a chiunque. Comprendeva 133 milioni di record di utenti di Facebook negli Stati Uniti, 18 milioni di utenti nel Regno Unito e 50 milioni di utenti in Vietnam.

I record contenevano l’ID Facebook univoco di ogni persona insieme al numero di telefono elencato sull’account. Gli ID di Facebook sono numeri univoci che possono essere associati a un account per scoprire il nome utente di una persona.

Facebook ha limitato l’accesso ai numeri di telefono più di un anno fa, quindi il database trovato risale a risale a prima di questa limitazione. Un portavoce di Facebook ha affermato che i dati erano stati cancellati prima che Facebook interrompesse l’accesso ai numeri di telefono, definendo il set di dati “vecchio“.

“Questo set di dati è vecchio e sembra che le informazioni siano state ottenute prima che facessimo delle modifiche l’anno scorso per rimuovere la capacità delle persone di trovare altri utilizzando i loro numeri di telefono”, ha detto il portavoce. “Il set di dati è stato rimosso e non abbiamo visto prove che gli account di Facebook siano stati compromessi”.

TechCrunch è stato in grado di verificare più record nel database abbinando il numero di telefono di un utente Facebook noto a un ID Facebook elencato. Altri dati sono stati verificati abbinando i numeri di telefono con la funzione di reimpostazione della password di Facebook, che può essere utilizzata per rivelare parzialmente un numero di telefono collegato a un account. I record avevano principalmente numeri di telefono, ma in alcuni casi avevano anche nomi utente, sesso e località.

dati facebook

La sicurezza del numero di telefono è diventata sempre più importante nel corso degli ultimi anni a causa dell’hacking della SIM, che comporta la chiamata di un operatore telefonico e la richiesta di un trasferimento SIM per un numero specifico, dando così accesso a qualsiasi cosa collegata a quel numero di telefono, ad esempio come verifica a due fattori, informazioni sulla reimpostazione della password e altro ancora.

L’hacking della SIM richiede poco più di un numero di telefono e abilità di social engineering ed è stato devastante per le persone che ne sono state colpite. I numeri di telefono trapelati espongono anche gli utenti di Facebook alle chiamate di spam, che sono diventate sempre più diffuse negli ultimi anni.

Il database è stato originariamente trovato dal ricercatore di sicurezza Sanyam Jain, che ha affermato di essere in grado di individuare i numeri di telefono associati a diverse celebrità. Non è chiaro chi sia il proprietario del database né da dove provenga, ma è stato portato offline dopo che TechCrunch ha contattato l’host web. Non si sa perché i dati sono stati cancellati da Facebook o per cosa sono stati utilizzati.

 

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

Continua a leggere..

Back to top button
Close

Stai utilizzando un AdBlocker


iSpazio è un portale gratuito, supportato da Pubblicità. Non faremo mai pagare i nostri utenti per leggere le Notizie.

Le pubblicità su questo Blog non sono mai state di tipo invasivo e sono davvero poche, posizionate in maniera tale da non arrecare disturbo. Qui NON TROVERAI MAI Pubblicità Video, Pubblicità con riproduzione automatica oppure Pubblicità che si sovrappongono allo schermo!

Per tutti questi motivi, ti invitiamo a disattivare il tuo AdBlocker soltanto su questo sito per continuare la navigazione. Grazie di cuore!

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.