Notizie

Foxconn afferma che ci sono abbastanza lavoratori per soddisfare la “domanda stagionale” di iPhone 12

Foxconn ha assicurato agli investitori di essere riuscito a reclutare un numero sufficiente di lavoratori in tutte le principali fabbriche cinesi prima dell'inizio della produzione di iPhone 12.

Le fabbriche cinesi di Foxconn torneranno alla piena capacità operativa dopo alcuni difficili mesi causati dalla pandemia di COVID-19 in corso.

La società ha rilasciato una dichiarazione domenica sera, affermando di aver raggiunto i propri obiettivi di assunzione in anticipo rispetto al programma. All’inizio di marzo, il presidente Young Liu aveva dichiarato agli investitori che le fabbriche operavano con una capacità del 50%.

Si prevede che le fabbriche Foxconn raggiungeranno il picco della produzione a luglio, quando inizieranno a produrre la linea iPhone 12 per il lancio autunnale. Le fabbriche hanno sottoperformato da gennaio a marzo, causando ritardi e carenze di personale.

La pandemia di coronavirus ha avuto un impatto sulle finanze di Foxconn, con il partner dell’assemblaggio di iPhone che ha registrato il più significativo calo delle entrate a causa del virus che ha colpito la sua pipeline di produzione. Le azioni della società sono costantemente diminuite, poiché gli investitori temono che COVID-19 riduca la domanda di elettronica di consumo nei mercati degli Stati Uniti e del Regno Unito.

La società ha sottolineato che sta lavorando duramente per prevenire nuove infezioni di COVID-19. Circa 55.000 lavoratori sono sottoposti a test per il coronavirus, con oltre 40.000 che hanno ricevuto ulteriori radiografie del torace.

Utilizziamo Link di Affiliazione Amazon che generano commissioni. Scopri cosa significa.

Se hai trovato interessante questo articolo, condividilo e fallo leggere anche ai tuoi amici:

Lascia un commento

Back to top button