AppleNotizie

Apple accetta di pagare $ 18 milioni per aver disabilitato FaceTime su vecchi iPhone

La società accetta di pagare 18 milioni di dollari ai proprietari di iPhone 4.

Apple ha ufficialmente siglato un accordo per risolvere una causa legale in California che l’ha accusata di aver intenzionalmente disabilitato FaceTime su vecchi iPhone. Secondo la legge 360, il colosso di Cupertino ha accettato di pagare 18 milioni di dollari.

Attraverso la transazione, il 90% dei membri dell’azione di classe riceverà un risarcimento. A circa 3,6 milioni di dispositivi è stato disabilitato FaceTime e ogni membro della classe riceverà circa 3 dollari.

“La classe è definita come tutti i proprietari californiani di iPhone 4 o 4S non jailbreak con iOS 6 o sistemi operativi precedenti”, secondo il rapporto.

Il 30% del fondo di insediamento andrà al consigliere di classe, mentre i rappresentanti delle due classi della causa, Christina Grace e Ken Potter, guadagneranno fino a $ 7.500 ciascuno come premio di incentivo per la loro partecipazione al caso.

L’azione legale di classe in California ha accusato Apple di aver intenzionalmente disabilitato FaceTime su iPhone con versioni precedenti di iOS. In sostanza, Apple ha cambiato il backend tecnico di FaceTime con iOS 7 per ridurre i costi del server.

“Questa decisione ha lasciato gli utenti di iPhone bloccati nella scelta tra un dispositivo lento o la perdita della capacità di utilizzare FaceTime”, spiega il rapporto.

Apple ha inizialmente accettato di raggiungere un accordo transattivo a febbraio. Ha avuto anche una piccola vittoria in Florida all’inizio di questo mese, quando un caso simile è stato respinto da un tribunale federale.

Utilizziamo Link di Affiliazione Amazon che generano commissioni. Scopri cosa significa.

Se hai trovato interessante questo articolo, condividilo e fallo leggere anche ai tuoi amici:

Lascia un commento

Back to top button