Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

AppleBrevetti

Apple lavora su future tastiere per iPad con “tasti multifunzione”

Apple sta sviluppando nuovi metodi di immissione da tastiera, come tasti multifunzione e touch-strip, che potrebbero ovviare alle carenze della digitazione e della navigazione su dispositivi di piccole dimensioni.

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

I dispositivi come l’iPad Pro hanno una serie di metodi di input che possono essere utilizzati dagli utenti, come un display multi-touch, custodie con tastiera esterne e, da iPadOS 13.4, supporto per trackpad. Sui dispositivi portatili più piccoli, Apple rileva che la dimensione dei metodi UX rimane un problema.

Per aiutare a risolvere questi problemi, Apple ha presentato una domanda di brevetto intitolata “Dispositivi e metodi di input di elaborazione portatili” che offre una serie di idee per implementare meccanismi e capacità di controllo migliori nelle tastiere fisiche e virtuali.

Secondo il brevetto della società, è necessaria una tastiera che “introduce nuovi tasti multifunzionali per sostituire i tasti usati meno frequentemente trovati su tastiere convenzionali full-size“.

Un esempio potrebbe essere un “tasto di notifica“, che potrebbe registrare la sensibilità del contatto ed eseguire azioni in base alla forza con cui un utente lo preme. Potrebbe anche determinare quale azione intraprendere in base al contesto, ad esempio se o quando è disponibile una notifica.

Più specificamente in questo caso, premendo e tenendo premuto questo tasto si aprirà il centro di notifica. Quando un utente smette di premerlo, il centro di notifica scompare. Altri possibili usi per i “tasti multifunzione” includono tasti dedicati per visualizzare il foglio di condivisione o modificare il testo.

Il brevetto descrive anche i modi per implementare nuove funzionalità nei tasti esistenti, come l’integrazione dei sensori di intensità sotto i tasti freccia e consentendo “un migliore scorrimento dei tasti freccia della tastiera” su dispositivi privi di touchscreen. Questo tipo di effetto di scorrimento e inerzia sarebbe “intuitivo“, dice Apple, paragonandolo a un utente che toglie il piede dal pedale dell’acceleratore su un’auto.

Apple propone inoltre che alcune funzionalità del trackpad possano essere sostituite da strisce sensibili al tocco situate a sinistra e a destra di una tastiera fisica. Il brevetto descrive essenzialmente queste strisce sensibili al tocco che sono trackpad allungati che possono consentire agli utenti di scorrere i contenuti. Sarebbero anche multifunzionali e potrebbero compiere azioni come aprire il centro di notifica se viene eseguito un gesto specifico.

Altre parti del brevetto descrivono i metodi di input 3D touch-like e basati su gesti sulle tastiere touchscreen, come la pressione leggera, la pressione profonda, il pizzicamento e la pressione prolungata.

Apple deposita numerosi brevetti ogni settimana e non vi è alcuna garanzia che la tecnologia in essi descritta sarà mai utilizzata in un prodotto finito.

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

Continua a leggere..

Back to top button
Close

Stai utilizzando un AdBlocker


iSpazio è un portale gratuito, supportato da Pubblicità. Non faremo mai pagare i nostri utenti per leggere le Notizie.

Le pubblicità su questo Blog non sono mai state di tipo invasivo e sono davvero poche, posizionate in maniera tale da non arrecare disturbo. Qui NON TROVERAI MAI Pubblicità Video, Pubblicità con riproduzione automatica oppure Pubblicità che si sovrappongono allo schermo!

Per tutti questi motivi, ti invitiamo a disattivare il tuo AdBlocker soltanto su questo sito per continuare la navigazione. Grazie di cuore!

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.