Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

AppleNotizie

Tim Cook scrive una nota ai dipendenti per ricordare George Floyd

In una nota condivisa ai dipendenti Apple, Tim Cook ha voluto ricordare George Floyd e che la società ha effettuato diverse donazioni a gruppi per i diritti umani.

Tim Cook

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

Tra le proteste in numerose città degli Stati Uniti a seguito dell’uccisione di George Floyd della scorsa settimana da parte della polizia a Minneapolis, il CEO di Apple Tim Cook ha condiviso una nota interna con i dipendenti  per affrontare il dolore che molti provano e esortare gli altri a impegnarsi “”Per creare un mondo migliore e più giusto per tutti.”

Cook ha anche annunciato che Apple sta effettuando donazioni a diversi gruppi sfidando l’ingiustizia razziale e proteggendo i diritti umani, e sta anche facendo corrispondere le donazioni fatte da tutti i dipendenti tramite Benevity nel mese di giugno.

Di seguito, il memo completo di Cook:

Team,

In questo momento, c’è un dolore profondamente inciso nell’anima della nostra nazione e in milioni di cuori. Per stare insieme, dobbiamo difenderci l’un l’altro e riconoscere la paura, il dolore e l’indignazione giustamente provocati dall’uccisione insensata di George Floyd e da una lunga storia di razzismo.

Quel doloroso passato è ancora presente oggi – non solo sotto forma di violenza, ma nell’esperienza quotidiana della discriminazione profondamente radicata. Lo vediamo nel nostro sistema di giustizia penale, nel numero sproporzionato di malattie sulle comunità Black e Brown, nelle disuguaglianze nei servizi di vicinato e nell’educazione ricevuta dai nostri figli. Mentre le nostre leggi sono cambiate, la realtà è che le loro protezioni non sono ancora applicate universalmente.

Abbiamo visto progressi da quando sono cresciuto in America, ma è altrettanto vero che le comunità di colore continuano a subire discriminazioni e traumi.

Ho sentito da così tanti di voi che avete paura: paura nelle vostre comunità, paura nella vita quotidiana e, soprattutto, crudelmente nella vostra pelle. Non possiamo avere una società degna di essere celebrata se non possiamo garantire la libertà dalla paura per ogni persona che dà a questo paese il loro amore, lavoro e vita.

In Apple, la nostra missione è e sarà sempre quella di creare una tecnologia che permetta alle persone di cambiare il mondo in meglio. Abbiamo sempre tratto forza dalla nostra diversità, accolto persone di ogni estrazione sociale nei nostri negozi in tutto il mondo e abbiamo cercato di costruire una Apple che includa tutti.

Ma insieme, dobbiamo fare di più. Oggi Apple sta facendo donazioni a numerosi gruppi, tra cui la Equal Justice Initiative, un’organizzazione no profit impegnata a sfidare l’ingiustizia razziale, porre fine all’incarcerazione di massa e proteggere i diritti umani delle persone più vulnerabili della società americana. Per il mese di giugno, e in onore della festività di Juneteenth, abbineremo anche le donazioni di tutti i dipendenti tramite Benevity.

Per creare un cambiamento, dobbiamo riesaminare i nostri punti di vista e le nostre azioni alla luce di un dolore profondamente sentito ma troppo spesso ignorato. Le questioni della dignità umana non rimarranno in piedi a margine. Ai nostri colleghi della comunità nera – vi vediamo.Siete importanti, le vostre vite contano e siete valutati qui in Apple.

Per tutti i nostri colleghi feriti in questo momento, ti preghiamo di sapere che non sei solo e che abbiamo risorse per supportarti. È più importante che mai parlarsi e trovare la guarigione nella nostra comune umanità. Abbiamo anche risorse gratuite che possono aiutarti, incluso il nostro Programma di assistenza ai dipendenti e le risorse di salute mentale che puoi conoscere sul sito People.

Questo è un momento in cui molte persone potrebbero desiderare nient’altro che un ritorno alla normalità o uno status quo che sia comodo solo se distogliamo lo sguardo dall’ingiustizia. Per quanto sia difficile ammetterlo, quel desiderio è esso stesso un segno di privilegio. La morte di George Floyd è una prova sconvolgente e tragica che dobbiamo mirare molto più in alto di un futuro “normale” e costruirne uno che sia all’altezza dei più alti ideali di uguaglianza e giustizia.

Nelle parole di Martin Luther King, “Ogni società ha i suoi protettori dello status quo e le sue fraternità degli indifferenti che sono famosi per restare inerti durante le rivoluzioni. Oggi, la nostra stessa sopravvivenza dipende dalla nostra capacità di rimanere svegli, di adattarci a nuove idee, di rimanere vigili e di affrontare la sfida del cambiamento “.

Con ogni respiro che facciamo, dobbiamo impegnarci per essere quel cambiamento e per creare un mondo migliore, più giusto per tutti.

Tim

Con i disordini che si trasformano in atti di vandalismo e saccheggi in alcune aree, Apple è stata costretta a chiudere diversi negozi interessati e la società ha temporaneamente chiuso alcuni Store negli Stati Uniti pochi giorni dopo la loro riapertura.

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

Continua a leggere..

Back to top button
Close

Stai utilizzando un AdBlocker


iSpazio è un portale gratuito, supportato da Pubblicità. Non faremo mai pagare i nostri utenti per leggere le Notizie.

Le pubblicità su questo Blog non sono mai state di tipo invasivo e sono davvero poche, posizionate in maniera tale da non arrecare disturbo. Qui NON TROVERAI MAI Pubblicità Video, Pubblicità con riproduzione automatica oppure Pubblicità che si sovrappongono allo schermo!

Per tutti questi motivi, ti invitiamo a disattivare il tuo AdBlocker soltanto su questo sito per continuare la navigazione. Grazie di cuore!

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.