Notizie

Apple e altre società lanceranno nuovi strumenti per combattere l’abuso sessuale sui minori

La Technology Coalition, che coordina l'azione dell'industria in materia di abusi sessuali su minori, ha affermato che le 18 società membri istituiranno un fondo di ricerca "multimilionario" per studiare modelli di abuso e costruire strumenti tecnologici per prevenirli.

Apple, è una delle 18 società tecnologiche impegnate a lavorare insieme per costruire nuovi strumenti tecnologici per combattere l’abuso sessuale sui minori. Technology Coalition (TTC) è stata fondata nel 2006, ma oggi ha annunciato una nuova iniziativa nota come Project Protect.

Altri membri della coalizione sono Adobe, Amazon, Cloudflare, Dropbox, Facebook, Flickr, GoDaddy, Google, Microsoft, PayPal, Roblox, Snap, Twitter, Verizon, VSCO, Wattpad e Yobo.

Il TTC ha affermato che sono stati compiuti molti progressi, ma è necessario fare di più:

Quindici anni fa, la Technology Coalition si è formata quando i leader del settore si sono riuniti per combattere lo sfruttamento e gli abusi sessuali online di minori (CSEA). Abbiamo creduto allora, come facciamo ora, che lavorare insieme può avere un impatto maggiore nella lotta contro questi orribili crimini piuttosto che lavorare da soli.

Insieme affrontiamo i rischi per la sicurezza online dei minori attraverso la condivisione delle migliori pratiche, tutoraggio e sforzi coordinati per migliorare il rilevamento e la segnalazione di immagini di abusi sessuali e altre pratiche di sfruttamento che mettono a rischio i bambini.

Nell’ultimo decennio, le aziende associate hanno compiuto progressi con lo sviluppo e il lancio di tecnologie innovative per combattere CSEA online. Ad esempio, PhotoDNA, una collaborazione tra Microsoft e Dartmouth, viene utilizzato dalle organizzazioni di tutto il mondo per rilevare, interrompere e segnalare milioni di immagini di sfruttamento sessuale di minori. L’API per la sicurezza dei contenuti di Google migliora notevolmente la capacità delle ONG e di altre società tecnologiche di rivedere i contenuti CSEA su vasta scala. La tecnologia open source di corrispondenza di foto e video di Facebook sta permettendo alle aziende di aiutare a mantenere i loro servizi sicuri e permettendo ai sistemi di condivisione dell’hash di comunicare tra loro, rendendo i sistemi più potenti.

Tuttavia, il mondo è cambiato da quando ci siamo riuniti per la prima volta nel 2006. La tecnologia è più avanzata e si è verificata un’esplosione di nuovi servizi Internet, incluso lo streaming video mobile e online. Il numero di persone online – oltre 4,5 miliardi nel 2020 – ha aggiunto alla sfida di mantenere Internet un luogo sicuro. Di conseguenza, gli strumenti tecnologici per rilevare e segnalare i contenuti CSEA sono diventati più sofisticati, ma anche le forme di abuso che cerchiamo di prevenire ed eliminare.

Per garantire che la fase successiva del nostro lavoro affronti queste nuove ed emergenti sfide nel modo più efficace, abbiamo condotto una consultazione approfondita con oltre 40 esperti di CSEA in tutto il mondo.

La coalizione afferma che i suoi membri stanno istituendo un fondo di ricerca e innovazione multimilionario per ideare nuovi strumenti tecnologici.

Investiremo nell’accelerazione dello sviluppo e dell’adozione di tecnologie innovative a supporto dell’approccio intersettoriale per contrastare lo sfruttamento e l’abuso sessuale dei minori online.

Pubblicherà inoltre una relazione annuale sullo stato di avanzamento e organizzerà un forum annuale per riunire esperti CSEA per aiutare a guidare i lavori futuri.

Reuters osserva che la decisione del TTC di aumentare la visibilità del proprio lavoro per combattere l’abuso sessuale sui minori potrebbe essere orientata a combattere una crescente pressione per compromettere i sistemi di crittografia end-to-end utilizzati dalle società tecnologiche per fornire ai propri clienti messaggistica privata e archiviazione di file Servizi. 

Apple ha più volte spiegato ai governi che è non è possibile per creare backdoor che possono essere utilizzati dalle forze dell’ordine, senza che vengano scoperti e sfruttati dai criminali, ma i governi continuano a chiedere l’impossibile.

Utilizziamo Link di Affiliazione Amazon che generano commissioni. Scopri cosa significa.

Se hai trovato interessante questo articolo, condividilo e fallo leggere anche ai tuoi amici:

Lascia un commento

Back to top button

Stai utilizzando un AdBlocker


iSpazio è un portale gratuito, supportato da Pubblicità. Non faremo mai pagare i nostri utenti per leggere le Notizie.

Le pubblicità su questo Blog non sono mai state di tipo invasivo e sono davvero poche, posizionate in maniera tale da non arrecare disturbo. Qui NON TROVERAI MAI Pubblicità Video, Pubblicità con riproduzione automatica oppure Pubblicità che si sovrappongono allo schermo!

Per tutti questi motivi, ti invitiamo a disattivare il tuo AdBlocker soltanto su questo sito per continuare la navigazione. Grazie di cuore!