Notizie

Il primo Mac ARM potrebbe essere un MacBook da 12 pollici con tastiera a farfalla

Il leaker di Apple, Fudge, choco_bit su Twitter, ha condiviso alcune considerazioni su come, quando e perché Apple passerà i suoi Mac con chip ARM proprietari.

Il primo computer Apple basato su ARM sarà un MacBook molto sottile e leggero. I produttori di Mac si allontaneranno dai chip Intel ed inizieranno la transizione con un MacBook da 12 pollici che presumibilmente includerà la controversa tastiera a farfallaLa fonte di queste informazioni non confermate è Fudge, noto come @choco_bit su Twitter.

La società ha seguito un approccio in più passaggi al lancio di Mac basati su ARM, iniziato nel 2016 con l’inclusione del coprocessore T1 nel MacBook Pro, che è stato successivamente aggiornato al coprocessore T2. Questi chip, basati su ARM e progettati da Apple, gestiscono importanti funzioni di sicurezza e controller e hanno aiutato la società ad iniziare la transizione verso una macchina completamente alimentata da chip ARM.

Anche l’unificazione tra iOS e macOS è qualcosa su cui Apple ha lavorato con il suo progetto Mac Catalyst. La società non sta fondendo iOS e macOS, ma mira a un sistema che consentirà agli sviluppatori di creare una singola app che funzionerà su tutte le piattaforme, e i suoi chip personalizzati basati su ARM faciliteranno ulteriormente tale obiettivo.

Fudge crede che Apple potrebbe rilanciare il suo MacBook ormai fuori produzione, con un nuovo modello da 12 pollici svelato come il primo Mac con un chip basato su ARM. Anche se difficile da credere, suggerisce che la società potrebbe persino riportare la tastiera a farfalla sul notebook.

Si dice che Apple stia ancora lavorando internamente per perfezionare la tanto odiata tastiera a farfalla, e ci sono anche segni che stia sviluppando processori basati su A14x con 8-12 core progettati per l’uso come processore principale in un Mac. Ha senso che questo modello potrebbe vedere il ritorno della tastiera a farfalla, considerando quanto è sottile e leggero, e l’uso di un processore A14x la renderebbe una macchina molto capace e portatile e dovrebbe offrire ai clienti un buon assaggio di ciò che verrà.

Il MacBook da 12 pollici potrebbe avere lo stesso aspetto della vecchia versione e Fudge afferma che non è chiaro se ci saranno cambiamenti nel design. 

Le voci hanno suggerito che l’eventuale obiettivo di Apple è quello di utilizzare i suoi chip personalizzati basati su Arm in tutta la sua gamma Mac. Bloomberg ha dichiarato che Apple sta attualmente sviluppando almeno tre processori Mac basati sul chip A14 a 5 nanometri che verrà utilizzato nei prossimi modelli di iPhone 12.

Si vocifera che almeno uno dei tre processori sia molto più veloce dei chip della serie A utilizzati su iPhone e iPad, e i primi processori Mac avranno 12 core, otto core ad alte prestazioni e almeno quattro core a risparmio energetico. Apple sta inoltre lavorando su una seconda generazione di processori Mac basati sul futuro chip A15 a 3 nanometri.

Allontanarsi dai chip Intel offre molti vantaggi ad Apple, incluso il fatto di essere libero dal programma di rilascio inaffidabile del produttore. Con i suoi chip progettati su misura, la società può aggiornare i Mac sulla propria timeline interna e, come sottolinea Fudge, con miglioramenti tecnologici maggiori di quelli che Intel è stata in grado di realizzare.

I chip basati su ARM offriranno molti vantaggi rispetto ai Mac basati su Intel, oltre a consentire ad Apple di tagliare i legami con Intel. Ci si aspetta che i chip offrano prestazioni più veloci e consumi energetici ridotti per una migliore efficienza della batteria, e Bloomberg afferma che i test interni hanno mostrato miglioramenti significativi in ​​termini di prestazioni grafiche e su app che utilizzano l’intelligenza artificiale.

La transizione di Apple dai chip di Intel non sarà senza difficoltà. Si è parlato molto del supporto dell’app e di potenziali problemi. Le app del Mac App Store funzioneranno senza modifiche, ma quelle al di fuori dell’App Store potrebbero rappresentare un problema.

Per quanto riguarda Boot Camp, Fudge ritiene che a causa di problemi di prestazioni e difficoltà nell’emulare x86_64 su macchine basate su ARM, Apple potrebbe abbandonare completamente la funzionalità fino a quando Windows non diventerà più compatibile con la nuova architettura.

Apple potrebbe impiegare un pò di tempo a portare i suoi chip personalizzati sull’intera gamma Mac, ma potrebbe rivelare i suoi piani alla WWDC 2020. È stato recentemente riferito che Apple ha in programma di annunciare la transizione ai Mac basati su ARM con chip progettati su misura durante la conferenza e che il primo Mac basato su ARM verrà rilasciato nel 2021.

Utilizziamo Link di Affiliazione Amazon che generano commissioni. Scopri cosa significa.

Se hai trovato interessante questo articolo, condividilo e fallo leggere anche ai tuoi amici:

Lascia un commento

Back to top button