Curiosità

L’Apple Store in Scozia cambia nome tra le proteste per l’uguaglianza razziale

In una mossa pacifica di solidarietà con il movimento Black Lives Matter, Apple ha cambiato il nome di uno dei suoi punti vendita in Scozia. Precedentemente chiamato Apple Buchanan Street, il negozio ora si chiama Apple Glasgow.

Il colosso di Cupertino ha cambiato il nome di uno dei suoi Apple Store in Scozia da Apple Buchanan Street ad Apple Glasgow. Il cambiamento arriva in un momento in cui il mondo sta riflettendo su questioni di disuguaglianza profondamente radicata.

Di tanto in tanto la società rinomina gli Apple Store, ma in genere solo quando si sposta o il centro commerciale circostante cambia il nome, ma il negozio Buchanan Street di Glasgow non si è spostato ed è una location indipendente.

Le proteste scatenate dalla morte di George Floyd a Minneapolis si sono diffuse ben oltre gli Stati Uniti mentre i paesi di tutto il mondo si uniscono a conversazioni più profonde sulla giustizia razziale. Statue di personaggi storici controversi sono state rovesciate. A Glasgow, gli attivisti hanno iniziato a rinominare le strade con nomi legati alla tratta degli schiavi. 

Buchanan Street prende il nome dall’importante uomo d’affari Andrew Buchanan, che possedeva e gestiva piantagioni di tabacco negli Stati Uniti. Il viale, che ora è una popolare destinazione per lo shopping, è stato costruito dopo la sua morte su un terreno di proprietà della famiglia.

La via è stata etichettata come “George Floyd Street“. Una petizione per cambiare definitivamente i nomi delle strade di Glasgow ha raccolto oltre 26.000 firme.

Cambiando il nome del suo negozio, Apple sembra schierarsi con i manifestanti nella regione che cercano di cambiare vari nomi di strade associati ai proprietari di schiavi o figure che hanno sostenuto la disuguaglianza razziale.

La mossa arriva un giorno dopo che il CEO di Apple, Tim Cook, ha annunciato un’iniziativa per la lotta per l’uguaglianza razziale e la giustizia da 100 milioni di dollari, guidata da Lisa Jackson, vicepresidente per l’ambiente, le politiche e le iniziative sociali. 

Se hai trovato interessante questo articolo, condividilo e fallo leggere anche ai tuoi amici:

Lascia un commento

Back to top button

Stai utilizzando un AdBlocker


iSpazio è un portale gratuito, supportato da Pubblicità. Non faremo mai pagare i nostri utenti per leggere le Notizie.

Le pubblicità su questo Blog non sono mai state di tipo invasivo e sono davvero poche, posizionate in maniera tale da non arrecare disturbo. Qui NON TROVERAI MAI Pubblicità Video, Pubblicità con riproduzione automatica oppure Pubblicità che si sovrappongono allo schermo!

Per tutti questi motivi, ti invitiamo a disattivare il tuo AdBlocker soltanto su questo sito per continuare la navigazione. Grazie di cuore!