Notizie

Gli Stati Uniti stanno valutando la possibilità di bannare TikTok nel Paese

Il segretario di stato Mike Pompeo ha dichiarato che gli Stati Uniti stanno prendendo in considerazione la possibilità di vietare TikTok e altre piattaforme di social media cinesi nel Paese.

PUBBLICITÀ

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

Il segretario di Stato Mike Pompeo ha dichiarato che l’amministrazione Trump sta valutando di limitare l’accesso degli utenti degli Stati Uniti a TikTok, per timore che sia potenzialmente utilizzata dal governo di Pechino come mezzo per sorvegliare le persone.

PUBBLICITÀ

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.


Pompeo, ha aggiunto che le persone dovrebbero scaricare l’app “solo se desiderano che le proprie informazioni private finiscano nelle mani del Partito comunista cinese“. Le dichiarazioni di Pompeo arrivano durante un periodo di forti tensioni tra gli Stati Uniti e la Cina, che si sono riversate in diverse aree tra cui sicurezza nazionale, commercio e tecnologia.

TikTok, è stata ripetutamente criticata dai politici statunitensi che hanno accusato l’app di essere una minaccia alla sicurezza nazionale a causa dei suoi legami con la Cina. Sostengono che la società potrebbe essere costretta a “sostenere e cooperare con il lavoro di intelligence controllato dal Partito comunista cinese“.

In una dichiarazione, un portavoce di TikTok ha voluto ricordare che il CEO dell’azienda è americano e che ci sono centinaia di dipendenti esperti in materia di sicurezza, protezione, prodotti e politiche pubbliche negli Stati Uniti.

“La nostra priorità è quella di garantire sicurezza ai nostri utenti. Non abbiamo mai fornito dati al governo cinese, né tantomeno pensiamo di farlo in futuro”.

TikTok è un’app di social media in cui le persone, principalmente adolescenti e giovani, pubblicano video della durata massima di 15 secondi. L’app è di proprietà della società cinese ByteDance, attualmente la startup più preziosa al mondo.

L’applicazione ha acquisito ulteriore popolarità nel primo trimestre dell’anno, registrando più di 2 miliardi di download dall’App Store e Google Play.

PUBBLICITÀ

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.


Se hai trovato interessante questo articolo, condividilo e fallo leggere anche ai tuoi amici:

Lascia un commento

Back to top button

Stai utilizzando un AdBlocker


iSpazio è un portale gratuito, supportato da Pubblicità. Non faremo mai pagare i nostri utenti per leggere le Notizie.

Le pubblicità su questo Blog non sono mai state di tipo invasivo e sono davvero poche, posizionate in maniera tale da non arrecare disturbo. Qui NON TROVERAI MAI Pubblicità Video, Pubblicità con riproduzione automatica oppure Pubblicità che si sovrappongono allo schermo!

Per tutti questi motivi, ti invitiamo a disattivare il tuo AdBlocker soltanto su questo sito per continuare la navigazione. Grazie di cuore!

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.