Notizie

TikTok cita ufficialmente in giudizio l’amministrazione Trump

TikTok, prevede di citare in giudizio l'amministrazione Trump questa settimana, sfidando il recente ordine esecutivo del presidente di vietare la piattaforma di condivisione video in forma abbreviata dagli Stati Uniti.

PUBBLICITÀ

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

Secondo una fonte che ha parlato con NPR, oggi TikTok presenterà una causa federale presso il tribunale distrettuale degli Stati Uniti per la California meridionale, dove hanno sede le sue operazioni americane.

PUBBLICITÀ

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.


NPR ha appreso che la causa sosterrà che l’azione di vasta portata del presidente Trump è incostituzionale perché non è riuscita a dare alla società la possibilità di rispondere. Afferma inoltre che la giustificazione della sicurezza nazionale dell’amministrazione per l’ordine è priva di fondamento, secondo la fonte.

“Si basa su pura speculazione e congettura”, ha detto la fonte. “L’ordine non ha riscontri, si limita a ribadire la retorica sulla Cina che è stata presa a calci”.

Il portavoce della Casa Bianca, Judd Deere, ha rifiutato di commentare la potenziale causa e ha invece difeso l’ordine esecutivo.

“L’amministrazione si impegna a proteggere il popolo americano da tutte le minacce informatiche alle infrastrutture critiche, alla salute e alla sicurezza pubblica e alla nostra sicurezza economica e nazionale”, ha affermato.

Trump, venerdì ha firmato due ordini esecutivi che vieterebbero ufficialmente qualsiasi transazione statunitense con le società cinesi che possiedono TikTok e WeChat a partire dal 20 Settembre, in un’escalation della guerra fredda tecnologica in corso tra i due paesi.

TikTok, che è di proprietà di ByteDance, ha detto di essere “scioccato” dall’ordine esecutivo e che avrebbe risposto in tribunale, se necessario. In una dichiarazione, la società ha affermato:

“Siamo scioccati dal recente Ordine Esecutivo, emesso senza un giusto processo. Per quasi un anno, abbiamo cercato di impegnarci in buona fede con il governo degli Stati Uniti per fornire una soluzione costruttiva alle preoccupazioni espresse. Ciò che abbiamo riscontrato invece è stato che l’Amministrazione non ha prestato attenzione ai fatti, ha dettato i termini di un accordo senza passare attraverso procedimenti legali standard ed ha cercato di inserirsi nelle negoziazioni tra imprese private.

Non c’è stato, e continua a non esserci, alcun processo o rispetto della legge. Il testo della decisione indica chiaramente che si è fatto affidamento su alcuni rapporti senza prove: “Si teme che l’app possa essere utilizzata per campagne di disinformazione senza prove di tali paure, e preoccupazioni per la raccolta di dati che è lo standard del settore per migliaia di app mobili in tutto il mondo ”.

Nel frattempo, Microsoft ha confermato che è interessata ad acquistare le attività di TikTok. Sebbene la società abbia inizialmente espresso interesse ad acquisire solo attività negli Stati Uniti, un recente rapporto del Financial Times ha affermato che sta ora valutando di acquistare l’attività globale di TikTok.

Poche ore fa, è stato riferito che anche Twitter è interessata all’acquisizione di TikTok.

PUBBLICITÀ

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.


Se hai trovato interessante questo articolo, condividilo e fallo leggere anche ai tuoi amici:

Lascia un commento

Back to top button

Stai utilizzando un AdBlocker


iSpazio è un portale gratuito, supportato da Pubblicità. Non faremo mai pagare i nostri utenti per leggere le Notizie.

Le pubblicità su questo Blog non sono mai state di tipo invasivo e sono davvero poche, posizionate in maniera tale da non arrecare disturbo. Qui NON TROVERAI MAI Pubblicità Video, Pubblicità con riproduzione automatica oppure Pubblicità che si sovrappongono allo schermo!

Per tutti questi motivi, ti invitiamo a disattivare il tuo AdBlocker soltanto su questo sito per continuare la navigazione. Grazie di cuore!

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.