macOS

Un ex ingegnere Apple presenta il client Gmail nativo per Mac

Secondo quanto riferito, un ex ingegnere Apple ha creato "Mimestream", il client Gmail nativo per macOS.

Neil Jhaveri, un ex ingegnere Apple che ha lavorato all’app Mail predefinita dell’azienda, ha introdotto un nuovo client Gmail per macOS.

Disponibile in versione beta, Mimestream è un’app nativa scritta in Swift e progettata con AppKit e SwiftUI per un aspetto pulito e originale. Jhaveri afferma che l’app è progettata per essere veloce, leggera e utilizzare una quantità minima di spazio su disco.

Mimestream utilizza l’API Gmail anziché IMAP per supportare più funzioni specifiche di Gmail, come caselle di posta classificate, firme e alias sincronizzati automaticamente, integrazione completa delle etichette e operatori di ricerca. Jhaveri prevede di aggiungere più funzionalità nel tempo, tra cui il supporto di Google Drive, la configurazione dei filtri lato server e il completamento automatico della directory di G Suite.

I vantaggi di Mimestream rispetto all’utilizzo dell’interfaccia web di Gmail includono: il supporto per più account Gmail con una casella di posta unificata, notifiche e supporto per la modalità scura a livello di sistema, gesti di scorrimento, prevenzione del tracciamento e altro ancora.

Jhaveri afferma che Mimestream effettua solo connessioni dirette a Gmail e non utilizza server intermedi, aggiungendo che l’app non raccoglie o vende le email degli utenti.

Mimestream è gratuito per un periodo di tempo limitato mentre è in beta e alla fine sarà un’app a pagamento distribuita tramite il Mac App Store. È richiesto macOS Catalina o versioni successive. Jhaveri afferma che sta lavorando anche ad una versione iOS e iPadOS la quale arriverà in futuro.

Utilizziamo Link di Affiliazione Amazon che generano commissioni. Scopri cosa significa.

Se hai trovato interessante questo articolo, condividilo e fallo leggere anche ai tuoi amici:

Lascia un commento

Back to top button